Audi RS7 Piloted Driving: tempi “umani” per la guida autonoma

Dopo la prima esperienza di Audi con la guida autonoma, con una RS7 (chiamata “Bobby”) che riuscì a percorrere un giro di pista in totale autonomia all’apertura del GP di Hockenheim del campionato DTM, la casa dei 4 anelli torna all’attacco in questo settore in forte crescita.

Per farlo, Audi ha presentato la nuove generazione dell’Audi RS7 Piloted Driving (chiamata “Robby”) equipaggiata con il 4,0 Biturbo da 560 CV e trazione integrale quattro, è stata alleggerita di ben 400 kg.

Robby ha effettuato alcuni giri di pista sul circuito di Sonoma, in California, staccando un tempo di 2’01″01, a circa 40 secondi dal record della pista e molto vicino ai tempi di piloti esperti in carne ed ossa.

Per raggiungere questo risultato, gli ingegneri tedeschi hanno migliorato e calibrato il sistema GPS, la precisione dello sterzo, il sistema frenante e la doppia telecamera frontale affinchè la vettura potesse migliorare e spingere giro dopo giro.

L’impresa si va ad aggiungere a quella intrapresa dall’Audi RS7 Piloted Driving (chiamata “Jack”) che ha percorso ben 900 km dalla Silicon Valley fino al CES di Las Vegas senza incidenti o imprecisioni.

Questo avanzato sistema di Audi debutterà sulla nuova generazione dell’Audi A8 e permetterà una guida completamente autonoma nelle condizioni di traffico intenso e a velocità inferiori ai 60 km/h.

FOTO AUDI RS7 PILOTED DRIVING

Articoli simili

Author: Manuel Morlini

Share This Post On

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *