Salone di Detroit 2017: Audi Q8 e-tron Concept
Jan09

Salone di Detroit 2017: Audi Q8 e-tron Concept

Audi festeggia l’inizio del 2017 presentando al Salone di Detroit (8-22 gennaio 2017) l’Audi Q8 Concept, anticipazione della futura SUV-coupè con cui la casa dei quattro anelli sfiderà la Mercedes GLE coupè e la BMW X6. Nonostante sia una concept car, il prototipo introduce un design con particolari molto vicino alla produzione di serie, con nervature marcate, la tipica calandra ottagonale single frame di Audi, design massiccio e minaccioso e dimensioni davvero generose. Molti elementi di design della Q8 Concept rimandano alla storica Audi Ur-Quattro del 1980 come, ad esempio, il montante C posteriore ampio e piatto o i passaruota allargati e scavati. Queste le parole di Marc Lichte, Responsabile del Design Audi: “Con il Concept Audi Q8 abbiamo creato una nuova punta di diamante all’interno della nostra gamma di modelli Q. Il suo design evoca sportività e prestigio. Crediamo che una caratteristica fondamentale ed unica di questa showcar sia la capacità di offrire un interno spazioso, dotato di quattro posti comodi, nonostante la linea del tetto piatta da filante coupé” Benzina, Diesel e ibrido plug-in Come dimostra a sigla e-tron nella parte inferiore del paraurti anteriore, l’ibrido plug-in della casa tedesca sarà utilizzato anche sulla futura Audi Q8, utilizzando la tecnologia già implementata sull’Audi Q7 e-tron, Prima di vedere la Q8 su strada però ci vorrà ancora un anno, dato che il suo debutto ufficiale è previsto nei primi mesi del 2018. Foto Ufficiali Audi Q8 Conept [Show as slideshow] Potrebbero interessarti...

Read More
Audi h-tron quattro concept: elettrico ed idrogeno Fuel Cell
Jan14

Audi h-tron quattro concept: elettrico ed idrogeno Fuel Cell

Al Salonde di Detroit 2016, Audi svela la Audi h-tron quattro concept, SUV-crossover Fuel Cell alimentata ad idrogeno. All’esterno, la somiglianza con l’Audi e-tron quattro concept presentata allo scorso Salone di Francoforte è forte, anzi, potremmo dire che il modello è lo stesso se non per piccole differenze, ma la novità principale è nella tecnologia. L’Audi h-tron quattro concept infatti utilizza la quinta generazione della tecnologia Fuel Cell ad idrogeno, con la cella a combustibile posta all’anteriore e che sviluppa 110 kW (150 CV). La cella promette un’efficienza del 60%, un dato davvero elevato non ottenibile con motori a combustione interna. Insieme alla cella a combustibile, una batteria agli ioni di Litio è inserita al posteriore ed è stata progettata per funzionare da “boost”, ovvero per dare una ulteriore spinta di 100 kW (136 CV) ai motori, in caso di necessità. La trazione integrale quattro “elettrica” è formata da 2 motori elettrici: un motore elettrico da 90 kW (122 CV) posto all’anteriore e un secondo al posteriore da 140 kW (190 CV), permettendo alla grande SUV di coprire lo 0-100 km/h in meno di 7 secondi. La batteria agli ioni di Litio posta sotto al pianale ha un peso di 60 kg, mentre i serbatoi di idrogeno si riempiono in 4 minuti e offrono un’autonomia di 600 km. I consumi sono di circa 1 kg di idrogeno ogni 100 km, ad emissioni zero ovviamente. Infine, l’Audi h-tron concept porta al debutto un nuovo sistema di parcheggio autonomo chiamato zFAS, in grado di ricostruire l’ambiente intorno alla vettura e parcheggiare in completa autonomia. Il sistema permetterà inoltre una completa guida autonoma sia in città che sulle statali ad una velocità massima di 60 km/h. IMMAGINI AUDI H-TRON CONCEPT [Show as...

Read More
Nuova Audi Q7 2015: immagini ufficiali e dati tecnici
Dec16

Nuova Audi Q7 2015: immagini ufficiali e dati tecnici

A 9 anni dal debutto nel segmento delle SUV di grandi dimensioni, Audi presenta la nuova Audi Q7, seconda generazione di questa grande SUV a 7 posti che si rinnova completamente nello stile, nella meccanica e nei contenuti. Per questa seconda generazione, Audi ha fatto le cose in grande senza trascurare nessun particolare, migliorando l’efficienza del 26% ed ottenendo una riduzione del peso di ben 325 kg, al vertice della categoria. Questa riduzione di peso è stata possibile grazie alla nuova piattaforma MLB del gruppo Volkswagen, che sarà utilizzata su tutti i futuri SUV del gruppo. La piattaforma fa largo utilizzo di diverse tipologie di acciai e di alluminio (come portiere, passaruota anteriori, portellone del bagagliaio e cofano motore), passando così dai 2.300 kg della prima serie della Q7 ai 1.995 kg di questa seconda generazione (valore riferito al 3.0 TDI). Lunga 5,05 metri, la nuova Q7 offre uno stile differente rispetto alle vetture dell’attuale gamma Audi, aprendo di fatto il nuovo corso di stile inaugurato dall’Audi Prologue Concept. L’anteriore infatti presenta nuovi fari orizzontali (disponibili Xeno, Full LED o Matrix LED) più eleganti ed una nuova e inedita calandra anteriore di grandi dimensioni che si fonde con i fari e che ha già diviso gli appassionati. Le fiancate sono possenti con passaruota marcati, mentre il posteriore presenta uno sbalzo pronunciato e linee che ricordano molto l’Audi A6. La nuova Q7 offre di serie cerchi in lega da 18 pollici fino ad arrivare a ben 21 pollici per la versione top di gamma, che offre inoltre gli innovativi Matrix LED che si adattano in base alle vetture che sopraggiungono in senso contrario e alla traiettoria che si sta percorrendo, offrendo sempre la massima illuminazione possibile. Intelligenti anche gli indicatori di direzione “dinamici”, che si accendono dalla parte interna del faro verso quella esterna per indicare la parte in cui si sta per svoltare. Con questo nuovo stile, la grande SUV tedesca ora sembra più larga e bassa rispetto alla precedente versione imponente e massiccia, con una vocazione più elegante. La nuova Audi Q7 sarà disponibile negli show room a partire da primavera 2015 ad un prezzo di partenza di circa 61.000 euro.   INTERNI Gli interni della nuova Q7 offrono un ambiente decisamente più ricercato, moderno ed elegante rispettoalla prima generazione. La plancia a sviluppo orizzontale, il grande tunnel centrale ma soprattutto il grande schermo TFT da 12,3″ pollici che funge da cruscotto alle spalle del volante (che ha debuttato sulla nuova Audi TT) trasmettono qualità ed eleganza. Sulla plancia spicca lo schermo da 7″ pollici del nuovo sistema di infotainment Audi MMI compatibile con Google Android Auto e Apple CarPlay...

Read More
24 ore di Le mans 2014: primo e secondo posto all’Audi. Toyota e Porsche tradite dall’affidabilità
Jun16

24 ore di Le mans 2014: primo e secondo posto all’Audi. Toyota e Porsche tradite dall’affidabilità

Audi conquista la sua tredicesima vittoria alla 24 Ore di Le Mans 2014 con l’equipaggio formato da Treluyer-Fassler-Lotterer, il quale ha vinto la corsa sulla loro Audi R-18 E-Tron quattro con tre giri di vantaggio sull’altra Audi R-18 del team di Kristensen-Di Grassi-Gené. Terza posizione per la Toyota n.8 di Davidson-Lapierre-Buemi, anche se il Team del costruttore giapponese puntava alla vittoria. La Toyota infatti sono rimaste saldamente in testa alla corsa seguite dalle Porsche, ma come si sa, a Le Mans conta molto l’affidabilità, non solo le prestazioni. Toyota ha perso la vettura in testa a causa dei problemi elettrici, lasciando la prima posizione a Porsche. A circa due ore dal termine però, la Porsche 919 Hybrid del team Bernard-Hartley-Webber ha avuto problemi ai freni e alle sospensioni ed è stata costretta a lasciare la prima posizione all’Audi che ha così vinto la corsa. Audi ha vinto così contro ogni previsione grazie all’affidabilità, dato che Toyota e Porsche avevano dimostrato una superiorità evidente nelle prestazioni durante le qualifiche. Successo in LMP2 per la Zytek Nissan di Turvey-Dolan-Tincknell, mentre fra le GT pro vince la Ferrari 458 di Vilander-Fisichella-Bruni. Infine nella classe GTE Am, vittoria per la Aston Martin Vantage di Thiim-Poulsen-Heinemeier-Hansson. La 24 Ore di Le Mans continua a regalare emozioni e spettacolo nel tempo, confermandosi un appuntamento imperdibile nel mondo delle corse. L’albo d’oro della 24 Ore di Le Mans vede sempre Porsche in testa con 16 vittorie, seguita da Audi con 13 e da Ferrari con 9. Seguono Jaguar con 7, Bentley con 6, 4 per Alfa Romeo e Ford e Matra e Peugeot con 3.   IMMAGINI 24 ORE LE MANS 2014 [Show as...

Read More
Audi TT Offroad Concept: immagini ufficiali della coupè crossover
Apr23

Audi TT Offroad Concept: immagini ufficiali della coupè crossover

Audi presenta in occasione del Salone di Pechino la Audi TT Offroad Concept, versione crossover delle nuova Audi TT presentata allo scorso salone di Ginevra con quattro porte, trazione integrale e sistema ibrido. Più che una SUV o una vera e propria Offroad infatti, l’Audi TT Offroad Concept si presenta come una coupè rialzata e pensata per affrontare percorsi sterrati, un po’ come Mercedes ha fatto con la GLA e la Classe A. Nonostante la stretta somiglianza alla coupè, la TT Offroad offre un design diverso, come dimostrano la nuova calandra bombata ai lati, i fari a LED più sottili, le prese d’aria di dimensioni inferiori ed il cofano motore rialzato nella parte centrale. La fiancata offrono la comodità delle quattro porte mantenendo un profilo da coupè, mentre al posteriore i fari sempre a LED sono più sottili. La vettura ha un’altezza da terra maggiore rispetto alla TT ed è caratterizzata da una modanatura di colore grigio scuro che protegge tutta la parte inferiore della vettura, con il logo e-tron sulle fiancate per ricordare la vocazione ibrida. L’Audi TT Offroad utilizza ovviamente la piattaforma MQB utilizzata dalla TT Coupè, con sospensioni McPherson in alluminio all’anteriore e Multilink a quattro bracci al posteriore. La colorazione è Sonora Yellow mentre i cerchi in lega sono da 21 ” pollici con pneumatici 255/40.   INTERNI Gli interni invece sono gli stessi della TT ed offrono posto per 4 persone, con la differenza che al posteriore sono stati introdotti due grandi Tablet rimovibili ed il bagagliaio ha una capienza maggiore. L’Audi drive select management system permette il funzionamento del sistema di propulsione in tre modalità di guida: EV, nel quale l’auto viaggia solo con il motore elettrico posteriore ad una velocità massima di 130 km/h; Hybrid, dove tutti e tre i motori si possono attivare per ottimizzare i consumi; Sport, dove vengono esaltate le prestazioni. Per ottimizzare i consumi è stata inserita la funzione coasting, la quale attiva un sistema per recuperare l’energia cinetica della vettura quando il conducente solleva il piede dall’acceleratore. Il sistema di climatizzazione è dotato di ionizzatore e di filtri per eliminare il particolato presente all’esterno della vettura, mentre il comofrt interno è fornito dall’impianto audio Bang & Olufsen Advanced Sound System e dai sedili confortevoli e sportivi rivestiti in pelle nappa Granite Gray e Alcantara, realizzato da Poltrona Frau.  Curiosa la presenza di un modellino radiocomandato in scala 1:8 nel bagagliaio.   MOTORI E PRESTAZIONI L’Audi TT Offroad è equipaggiata con un sistema ibrido composto dal motore benzina 2.0 TFSI da 292 CV e 380 Nm e da un motore elettrico da 54 CV e 220 Nm posizionato all’interno del cambio doppia...

Read More
Salone di Ginevra 2013 (live): lo stand Audi
Mar13

Salone di Ginevra 2013 (live): lo stand Audi

Al salone di Ginevra Audi si presenta con uno stand di grandi dimensioni, con il quale il costruttore tedesco porta al debutto numerose novità. Le novità sportive sono l’Audi RS Q3, la nuova Audi RS6 Avant e la nuova Audi RS7 Sportback, versioni ad alte prestazioni delle rispettive vetture. La RS Q3 è equipaggiata con il 2,0 litri TFSI da 310 CV e 420 Nm di coppia, mentre la RS6 Avant e la RS7 Sportback sono equipaggiata con il V8 4,0 litri TFSI da 560 CV e 700 Nm di coppia. Ma Audi non porta al debutto solo vetture sportive, ma anche molte vetture rispettose dell’ambiente che introducono la tecnologia ibrida di Audi. Nello stand erano presenti infatti l’Audi Q5 2,0 litri Hybrid e la nuova Audi A3 Sportback e-tron, versione ibrida plug-in della hatchback di Ingolstadt. La vettura è esposta in una colorazione rosso acceso, con numerose cromature su calandra e prese d’aria anteriori. La A3 Sportback e-tron offre un sistema ibrido plug-in composto da un motore 1.4 TFSI da 150 CV abbinato ad un motore elettrico da 75 kW. Il motore termico è abbinato al cambio e-S tronic a 6 rapporti e la potenza è trasferita alle sole ruote anteriori. Come nella maggior parte degli ultimi sistemi ibridi, il motore elettrico fornisce la sua coppia massima alle basse velocità o nelle ripartenze da fermo, mentre quando è richiesta una potenza maggiore si attiva il motore termico. Le due unità possono essere usate singolarmente o combinate in modalità ibrida, con una potenza ed una coppia totali rispettivamente di 204 CV e 350 Nm. In modalità elettrica, l’autonomia è di 50 km e la velocità massima è di 130 km/h. Altra novità è l’Audi A3 Sportback g-tronic (prima si chiamava TCNG), versione bifuel benzina/Metano. La vettura è equipaggiata con il motore turbo 1.4 litri TFSI da 110 CV e 200 Nm di coppia, il quale è stato ottimizzato all’impianto di iniezione e scarico per migliorare l’utilizzo a metano. I due serbatoi posti al di sotto del bagagliaio sono realizzati in fibra di carbonio e fibra di vetro per un peso complessivo di 16 kg, i quali permettono di alleggerire la vetture e di conseguenza diminuire i consumi in quanto sono più leggeri del 70% rispetto ai tradizionali serbatoi in acciaio. Il consumo è di 3,6 kg/100 km e l’autonomia a metano è di 400 km, i quali diventano 1.180 km nel caso in cui si utilizzi anche la benzina. Ben fatti gli interni, dove l’indicatore del livello di metano è integrato nel contagiri. [Show as slideshow]...

Read More