Salone di Ginevra 2016 Live: Nuova Renault Scenic
Mar09

Salone di Ginevra 2016 Live: Nuova Renault Scenic

Insieme alla nuova Talisman, alla Megane e alle rispettive versioni Station Wagon, Renault porta al debutto a Ginevra la nuova Renault Scenic, nuova monovolume MPV che unisce perfettamente le linee ed il design da SUV-crossover con lo spazio richiesto da questa categoria. Disegnata dall’olandese Van den Acker, dal vivo l’impressione è la stessa delle foto ufficiali, ovvero una vetture solida, muscolosa, alta da terra come una crossover ma con lo spazio interno da monovolume, davvero gradevole e ben fatta, come tutte le vetture del nuovo corso di stile Renault. Gli interni sono di buona qualità, con il grande tablet centrale touch screen, molto veloce nel rispondere agli input dati con le dita e dalle grandi icone, molto comode alla guida. Al posteriore lo spazio è tanto e per 3 persone, con due comodi tavolini integrati nello schienale dei sedili anteriori. Grande anche il bagagliaio, con soglia di carico bassa e doppio fondo. La Renault Scenic conferma l’ottimo lavoro svolto da Renault nel rinnovare la gamma con più attenzione al design e alla qualità, ed ora rappresenta una gamma tra le più interessanti del panorama automobilistico. FOTO NUOVA RENAULT SCENIC – SALONE DI GINEVRA 2016 [Show as...

Read More
Nuova Renault Scenic: tra MPV, SUV e Crossover
Feb26

Nuova Renault Scenic: tra MPV, SUV e Crossover

Insieme alla Renault Megane Sporter, Renault presenterà a Ginevra 2016 la nuova Renault Scenic, versione rinnovata del famoso Monovolume francese che fa di tutto per rimanere fedele a se stesso e attuale, senza però dover diventare per forza una SUV a tutti gli effetti, Da questa prima foto ufficiale infatti, possiamo notare come la Scenic sia una perfetta fusione tra una Monovolume e un SUV compatto, ma non sia allo stesso tempo una Crossover. I designer francesi infatti sono stati molto bravi a mantenere forme da Monovolume e allo stesso tempo fondere il dna della Scenic con le proporzioni attuali di SUV e crossover che tanto piacciono al mercato. Un po’ come dire “la linea da SUV c’è, ma rimango pur sempre una monovolume”. Meccanica La nuova Renault Scénic 2016 utilizzerà la stessa piattaforma modulare CMF dalla nuova Megane, insieme alla gamma motori benzina e Diesel con potenze da 90 e 250 CV. Renault rimane così nel segmento delle monovolume e accontenta chi vuole spazio per la famiglia, ma riesce ad accontentare anche chi desidera un design non per forza da monovolume dichiarato. E da questa prima foto ufficiale sembra che ci siano riusciti perfettamente. La nuova Scenic infatti è robusta, fonde perfettamente le linee di SUV e Crossover, ma allo stesso tempo lascia capire che è una monovolume, attirando così non solo gli acquirenti delle monovolume, ma anche di chi vuole spazio, guida alta e design ricercato. Per tutte le informazioni, i prezzi ed i motori non ci resta che attendere Ginevra. IMMAGINI NUOVA RENAULT SCENIC 2016 [Show as...

Read More
Nuova Chevrolet Bolt: piccola elettrica, grande autonomia
Jan09

Nuova Chevrolet Bolt: piccola elettrica, grande autonomia

Al CES 2016 di Las Vegas, famoso evento dedicato all’elettronica di consumo, Chevrolet ha presentato la Chevrolet Bolt, compatta elettrica che promette un’autonomia di ben 320 km ed un prezzo accessibile. All’esterno, la Bolt è proporzionata e gradevole, decisamente meglio rispetto alla Chevrolet Volt (Opel Ampera per l’Europa). Le proporzioni generali infatti la fanno sembrare più una piccola crossover piuttosto che un’utilitaria di segmento B, complice anche l’altezza da terra e la linea che si sviluppa verso l’alto. Fari affusolati davanti e dietro, ampia vetrata laterale e tipica calandra anteriore “non forata” per migliorare l’aerodinamica, sono i tratti distintivi della piccola Bolt, insieme a piccoli dettagli cromati che impreziosiscono le linee. INTERNI Gli interni della Bolt sono curati e dal design ricercato, riprendendo lo stile già visto sulle Opel Karl e Adam rivisto in chiave moderna e adatta ad un’auto elettrica. Il cruscotto, completamente digitale, è racchiuso in uno schermo LCD da 8” pollici, mentre il sistema di infotainment MyLink al centro della plancia si può gestire tramite uno schermo touch da 10.2” pollici. Il sistema MyLink integra la connettività mobile a banda larga LTE, il Bluetooth e un’App per gestire la vettura da telefonini e tablet, come l’accensione del climatizzatore da remoto (per avere fresco d’estate e caldo d’inverno ancor prima di salire in auto), lo stato di carica delle batterie ed i programmi di manutenzione. La leva del cambio “simula” quelle dei tipici cambi automatici, con posizioni su D, R e P. Materiali, deisgn e soluzioni stilistiche fanno pensare ad un’auto ben costruita, solida e anche futuristica. In Chevrolet hanno pensato anche al confort, con 4 posti comodi ed un bagagliaio dalla capacità di 478 litri. MOTORE, AUTONOMIA E TEMPI DI RICARICA La Chevrolet Bolt è equipaggiata con un motore elettrico da circa 90 kW che permette alla Bolt di scattare da 0 a 50 km/h in meno di 3” secondi e lo 0-100 km/h in meno di 7”. L’autonomia è di 320 km, ufficializzata seguendo i restrittivi standard americani EPA sull’autonomia (quindi abbastanza realistici). La capacità delle batterie realizzate con LG è di circa 50 kWh.   Prezzo Insieme alla tecnologia, una ulteriore parte interessante della Bolt è il prezzo inferiore ai 30.000 dollari, grazie agli incentivi americani di 7.500 dollari. Nel caso in cui la casa americana decidesse di fare una versione per l’Europa con marchio Opel (come fatto con Ampera-Volt), la Bolt potrebbe essere venduta in Europa a circa 35.000 euro (senza alcun incentivo), prezzo ancora non alla portata di tutti ma molto interessanti nel mondo delle auto elettriche. La produzione della Chevrolet Bolt inizierà a fine 2016 con prime consegne ad inizio 2017. FOTO CHEVROLET...

Read More
Nuova Volkswagen Passat Alltrack: la wagon da sterrato
Sep13

Nuova Volkswagen Passat Alltrack: la wagon da sterrato

A Francoforte, Volkswagen porterà al debutto la nuova Volkswagen Passat Alltrack, caratterizzata da modanature in plastica scura e da una maggiore altezza da terra per enfatizzare l’aspetto e le caratteristiche da off-road leggero. Abbinato alla sola versione station wagon, la Passat Alltrack si distingue ovviamente per l’aspetto aggressivo e avventuroso, mentre tutto il resto è puramente Passat. Rispetto alla Passat tradizionale, la Alltrack ha un’altezza da terra più alta di 27,5 mm, la trazione integrale 4Motion, le protezioni sottoscocca in alluminio ed un peso a secco di 1.700 kg. L’abitacolo rimane lo stesso della nuova Passat, con uno stile sobrio e semplice ed una qualità di alto livello. Disponibili ovviamente tutti gli optional per la sicurezza attiva e passiva, come il monitoraggio del traffico con frenata automatica, il riconoscimento dei pedoni, MOTORI La Volkswagen Passat Alltrack è disponibile con un solo motore Diesel di 2.0 TDI disponibile in tre step di potenza: il 2.0 da 150 CV e 340 Nm di coppia con cambio manuale a 6 marce; la versione da 190 CV e 400 Nm di coppia con automatico DSG a 6 marce e la versione più potente Biturbo da 240 CV e ben 500 Nm di coppia, abbinato al cambio DSG a 7 marce. Prezzi Il listino della Volkswagen Passat Alltrack parte da 39.050 euro per il 2.0 da 150 CV e cambio manuale e raggiunge i 43.650 euro per la 190 CV con cambio DSG a 6 marce La versione Biturbo da 240 CV invece costa 47.850 euro, raggiungendo i listini della “cugina” Audi A4. E voi? scegliereste un’Audi o una Volkswagen? FOTO VOLKSWAGEN PASSAT ALLTRACK [Show as slideshow]...

Read More
Tesla Model X: prime foto e informazioni del SUV elettrico
Sep03

Tesla Model X: prime foto e informazioni del SUV elettrico

Tesla ha rilasciato le prime foto ufficiali della nuova Tesla Model X, SUV Crossover completamente elettrico che fu presentato nel 2012 come concept car. Nonostante la prima foto ufficiale mostri solo il posteriore, la Model X richiama lo stile della Model S (qui la prova su strada), con fari orizzontali, calandra anteriore in nero lucido e cromature ad impreziosire le linee e le vetrate laterali. Anche il posteriore richiama la Model S, ma la prima cosa che si nota sono le portiere posteriori ad ala di gabbiano, che in Tesla chiamano “Falcon Doors”. Questa soluzione è stata criticata sia nella fase concept e ancor più in questa prima fase di presentazione, in quanto scomoda se pensiamo ai parcheggi stretti e all’altezza media dei garage, che renderebbero difficile la discesa dei passeggeri. Le porte sono dotate di sensori per evitare il contatto con altre vetture e con i soffitti, ma questo non agevolerà la discesa dei passeggeri in caso di spazi stretti. INTERNI Gli interni della Model X hanno la stessa impostazione della Model S, con il grande schermo centrale da 17 pollici del sistema di infotainment, lo shcermo LCD del cruscotto e l’assenza del tunnel centrale. I posti sono 7 e anche lo stile dei sedili riprende quello della berlina. Nella dotazione di serie, Tesla offre il sistema Autopilot, che permette cambi di corsia e manovre di parcheggio totalmente automatici, la frenata automatica, sensori di parcheggio e l’avviso dell’angolo cieco. Le sospensioni di serie sono le Smart Air Suspension e anche la terza fila di sedili è riscaldata e ventilata. La dotazione di serie prevede anche lo spoiler posteriore automatico retrattile,porta bici e portasci, Disponibili anche vari pack: Il Tow Package (750 dollari) permette il traino di rimorchi fino a 2.200 kg di peso; il Sub Zero Package (1.000 dollari) permette di affrontare i climi più freddi evitando che la batteria si scarichi più velocemente ed il Ludicrous speed (10.000 dollari) che abbassa lo 0-100 km/h a 3,2 secondi. MOTORE, PRESTAZIONI E AUTONOMIA La Tesla Model X è equipaggiata con 2 motori elettrici: il primo da 259 CV, posto all’anteriore, mentre il secondo motore elettrico da 503 CV è inserito al posteriore, per una potenza complessiva di ben 762 CV. La potenza permette uno scatto da 0 a 100 km/h in soli 3,8 secondi e di raggiungere i 250 km/h. La batteria è da 90 kWh e permette un’autonomia di 386 km, inferiore ai 500 km della Model S 85 D, che però ha 420 CV. Prezzi e data di lancio La Tesla Model X è ordinabile nella versione Signature Series ad un prezzo di circa 117.000 euro al cambio attuale. Le prime...

Read More
Test Drive: Fiat 500X 1.4 MultiAir 140 CV
Jun02

Test Drive: Fiat 500X 1.4 MultiAir 140 CV

Dal lancio ufficiale di Gennaio ad oggi, sono passati circa 5 mesi, e la Fiat 500X ha già iniziato la sua scalata verso la vetta del segmento delle SUV compatte, con numeri sempre in crescita e segnando +51% nel mese di aprile. Tra le motorizzazioni più interessanti c’è sicuramente il 1.4 Multiair da 140 CV, motore che abbiamo scelto per la nostra prova su strada, abbinato al cambio manuale a 6 marce e alla trazione anteriore. All’esterno, la 500x è in allestimento Cross, con linee muscolose e paraurti dal design robusto, perfetta anche per un pubblico maschile amante del design off-road. Il colore, dal vivo, è tra i più belli che si possano scegliere: il Rosso Passione, un rosso acceso metallizzato, moto diverso dal rosso amore tristrato del nostro primo test drive, che dal vivo si avvicinava più ad un colore pastello e che si fa notare. I cerchi sono da 17 pollici e maniglie, baffo anteriore e cornici dei fari posteriori sono in alluminio satinato. Una combinazione di colori ed estetica che, a nostro parere, è tra le più belle dell’offerta. INTERNI Gli interni della 500x scelta per il nostro test drive sono in allestimento Cross, allestimento molto vicino al top di gamma full optional, a cui mancano solo i fari allo xenon ed i sedili riscaldabili. Seduti nell’abitacolo, le plastiche del volante, la pelle morbida dei pannelli porta, il tessuto dei sedili ed i materiali del pomello del cambio, confermano che con la 500X, Fiat ha fatto un netto salto di qualità, che nessuna altra auto in gamma è in grado di offrire. Plastiche morbide sono utilizzate anche per la parte superiore della plancia, mentre il tunnel centrale è in alluminio spazzolato, dove sono inseriti il selettore (Normal, Sport e Off-road), due vani portabibite e porte USB, SD e per iPod. I sedili sono perfetti sia per l’uso di tutti i giorni, sia per spingere e divertirsi con la modalità Sport, grazie alla loro morbidezza, alla regolazione lombare elettrica, ma soprattutto al contenimento laterale che riescono ad offrire in curva. I pulsanti su volante e plancia sono solidi e permettono di gestire il ricco sistema del computer di bordo, che può visualizzare la carica della batteria (optional raro ma molto utile), la pressione degli pneumatici, l’accelerazione laterale (per gli amanti della F1) ed i sensori di parcheggio, insieme ovviamente a consumi e autonomia. La plancia è color canna di fucile goffrata e gradevole al tatto, con il cassetto portaoggetti refrigerato che può contenere una bottiglietta d’acqua da 0,5 litri. Il sistema di infotainment Uconnect è chiaro ed intuitivo, anche se la risposta al tocco non è delle più...

Read More