Test Drive: nuova Peugeot 5008, la monovolume diventa SUV adatta a tutto
Mar08

Test Drive: nuova Peugeot 5008, la monovolume diventa SUV adatta a tutto

Puo un’auto offrire elevata capacità di carico, design moderno e spazio per 7 passeggeri? In passato, la risposta sarebbe stata un “no” secco, dato che le uniche vetture in grado di offrire ampio spazio e capacità di carico erano le Monovolume, auto versatili e adatte ad ogni utilizzo che però in quanto a design ed esperienza di guida lasciavano davvero a desiderare. Oggi però unire queste caratteristiche non è più impossibile, grazie alla nuova Peugeot 5008, SUV di segmento C di medie dimensioni che riesce ad unire design moderno, ampio spazio interno e grande versatilità pur mantenendo dimensioni contenute (4,64 metri, 19 cm in più della 3008) ma soprattutto un’esperienza di guida che le monovolume non sono in grado di offrire nemmeno lontanamente. Come accaduto per la Peugeot 3008 (qui il nostro test drive), la nuova Peugeot 5008 è stata stravolta nello stile e nell’impostazione generale tanto da cambiare segmento, passando da grande monovolume a SUV moderna e compatta. L’esterno riprende fedelmente lo stile ricercato e futuristico della 3008, con nervature marcate, frontale aggressivo, modanature di protezione in plastica e fascione nero al posteriore dove sono nascosti i fari LED a “graffio di leone”. Per aumentare la capacità di carico e lo spazio interno, la 5008 ha un passo allungato di 16,5 cm rispetto alla 3008 ed un lunotto posteriore meno inclinato, in modo tale da permettere anche al sesto e settimo passeggero di avere spazio a sufficienza per la testa. Con queste caratteristiche, la vista laterale potrebbe sembrare meno filante rispetto alla 3008, ma la cromatura intorno alle vetrate “nasconde” il lunotto verticale, dando slancio e modernità alla 5008. Tanti dettagli dimostrano l’attenzione stilistica di Peugeot che con questo nuovo corso di stile ha totalizzato oltre 80.000 ordini con la sola 3008. Interni moderni e touch Gli interni mantengono la stessa impostazione moderna e dall’elevata qualità percepita della 3008, con il Peugeot i-cockpit e schermo TFT da 12,3 pollici, volante dalle dimensioni ridotte e tagliato alle estremità, sistema di infotainment full touch e sistema Grip Control, che insieme al sistema di ausilio alla discesa Hill Assist Descent Control, permette di affrontare i percorsi e le discese più difficili anche in mezzo al fango, pur non avendo la trazione integrale. Al posteriore, lo spazio è davvero ampio, tanto da permettere ai passeggeri altri 1.85 di stendere o accavallare la gambe. I tre sedili della seconda fila sono indipendenti e permettono ad ogni passeggero di spostarli avanti/indietro e di reclinarli in modo del tutto indipendente dagli altri. Alle spalle dei sedili anteriori sono stati inseriti due pratici tavolini richiudibili, davvero comodi per chi desidera lavorare o svagarsi durante i lunghi viaggi....

Read More
Peugeot Driving Experience: in pista a Misano con 208 GTi e 308 GTi
Nov25

Peugeot Driving Experience: in pista a Misano con 208 GTi e 308 GTi

Santa Monica, Circuito di Misano. Giornata grigia, fredda e leggermente piovosa. Sull’umido asfalto del Marco Simoncelli World Circuit, dove ogni anno si sfidano i più grandi piloti di MotoGP, Superbike e CIV, Peugeot porta in pista i suoi appassionanti più affezionati con la Peugeot Driving Experience, evento che permette a tutti di poter provare le vetture più potenti della gamma Peugeot, come la 208 GTi e la 308 GTi. Insieme alle vetture sportive in pista è possibile provare l’agilità e tutti i sistemi di ausilio alla guida off-road delle SUV Peugeot 2008 (qui il test drive) e Peugeot 3008 (qui il test drive) su appositi percorsi composti da Twist, fondi sabbiosi e bilancia finale, permettendo di sfruttare al meglio il sistema Peugeot Grip Control. Ma la parte più eccitante e coinvolgente è sicuramente la guida in pista. Dopo un breve briefing iniziale, l’apertura verticale del portone del box lascia entrare il sound delle GTi ferme ad aspettare in pit lane. Casco allacciato, modalità Sport attiva e l’adrenalina sale a mille! Aiutati da piloti esperti che gareggiano tuttora nelle competizioni, il primo giro del circuito di Misano aiuta a conoscere i punti più lenti e veloci del tracciato, insieme ai limiti delle vetture e alla marcia più adatta ad affrontare ogni curva, dato che le GTi sono tutte con cambio manuale. In pista, il cambio manuale è decisamente più impegnativo rispetto al cambio automatico, oltre a richiedere una sensibilità maggiore da parte del pilota, ma infonde una sensazione di maggiore controllo ed una sorta di “legame” con la vettura che il cambio automatico non può nemmeno lontanamente trasmettere. Peugeot 208 GTi: nervosa e divertente A bordo della 208 GTi in livrea bicolore nero opaco/rosso, l’abitacolo è caratterizzato da una forte personalità racing, grazie ai sedili sportivi molto contenitivi, ai dettagli GTi su volante e cambio, alla pedaliera in alluminio e al pomello del cambio manuale. Una volta usciti dai box, si può apprezzare già dalle prima curve la precisione dello sterzo, insieme alla bontà di assetto, telaio e dell’impinato frenante Brembo by Peugeot Sport. Il 4 cilindri 1.6 THP turbo benzina da 208 CV e 300 Nm di coppia spinge forte senza vuoti di potenza, con un sound corposo e gradevole. La 208 GTi è veloce e precisa grazie al differenziale meccanico Torsen – tutt’altra storia rispetto ai differenziali elettronici – ma soprattutto divertente dato che tende ad essere leggermente nervosa in frenata ed in fase di uscita di curva. Questa caratteristica però non è penalizzante, ma le permette di tener testa e avvicinarsi alla 308 GTi nel misto, nonostante i 62 CV in meno rispetto ai 270 CV della 308 GTi. La 208 GTi affronta curve...

Read More
Test Drive: nuova Peugeot 3008 GT 2.0 BlueHDi 180 CV
Nov08

Test Drive: nuova Peugeot 3008 GT 2.0 BlueHDi 180 CV

Stile da concept car, interni futuristici unici nel suo genere, dispositivi di sicurezza all’avanguardia e qualità di alto livello. Con queste principali caratteristiche si può riassumere la nuova Peugeot 3008, inedita SUV completamente ripensata da Peugeot per essere il punto di riferimento della sua categoria. La nuova Peugeot 3008 è stilisticamente unica, una concept car prodotta in serie caratterizzata da nervature, fari anteriori full LED “tagliati” al centro, linee scolpite e moderne e tetto sospeso a contrasto che termina nella fascia posteriore nera, dove sono racchiusi i fari a graffio di leone. Per affrontare al meglio i percorsi impervi, sono state inserite protezioni sottoscocca in alluminio e protezioni laterali in plastica rigida, mentre l’altezza da terra è di 22 cm. Una ulteriore particolarità unica della nuova 3008 è la verniciatura Coupe Franche, dedicata alle versioni GT e utilizzata anche per il nostro Test Drive della nuova Peugeot 3008 GT. L’idea è davvero particolare e riuscita, con il taglio posteriore della vernice che da Grigio passa a nero metallizzato enfatizzando l’effetto “tetto sospeso”. Per la nostra prova su strada abbiamo utilizzato la Peugeot 3008 in versione sportiva GT equipaggiata con il motore Diesel 2.0 BlueHDi da 180 CV abbinato al cambio automatico a 6 marce EAT6. Interni: display full HD e comandi touch Come l’esterno, l’interno non ha nulla da invidiare ad una concept car. Il cruscotto è composto da uno schermo ad alta risoluzione da 12,3″ pollici dove sono riportate tutte le informazioni che più interessano, come velocità, sistemi di sicurezza, navigatore, Trip, consumi e molto altro, con la possibilità di personalizzarlo completamente. Gli effetti scenici sono di alto livello, sia all’accensione, sia al cambiamento di ogni menu, con grafiche davvero d’effetto ma sempre molto chiare da utilizzare e gestire. Il nuovo Peugeot i-cockpit debutta con questa nuova 3008, introducendo il nuovo volante tagliato sopra e sotto per non coprire il cruscotto digitale ed il nuovo schermo touch screen centrale da 8” pollici che sovrasta i bellissimi tasti fisici a pianoforte del menu. Il volante, oltre ad essere ricercato nello stile e davvero comodo sia alla guida che nelle fasi di manovra, è studiato perfettamente e risolve il problema della corona che copre il cruscotto, come su 208 e 2008. Ora tutto è chiaro e ben leggibile, senza alcun problema. Stile e design per ogni componente I comandi al volante sono intuitivi e veloci ed i paddles del cambio automatico hanno una buona ergonomia. Lo schermo touch al centro della plancia è molto veloce ed intuitivo – un netto salto in avanti rispetto alla Peugeot 308 se vogliamo confrontare il sistema con altre vetture Peugeot – e più veloce rispetto alla media del...

Read More
Test Drive: nuova Citroen C3 1.2 PureTech 82 CV
Nov01

Test Drive: nuova Citroen C3 1.2 PureTech 82 CV

Spinta dalla voglia di rilanciarsi e cambiare la percezione di se agli occhi del pubblico, Citroen cambia completamente volto, puntando tutto su stile unico e distintivo, attenzione alla vita tracorsa a bordo delle vetture, al comfort di marcia e alla tecnologia. Con questa voglia di cambiamento, la casa francese ha pensato e progettato la nuova Citroen C3, prima auto di segmento B a fondere le linee da SUV compatta a quelle di una citycar, con un risultato unico nel suo genere e davvero innovativo rispetto a quello che ormai siamo abituati a vedere in questo segmento. Se la C4 Cactus (qui il nostro test drive) ha avuto qualche difficoltà a farsi apprezzare dal pubblico a causa dello stile particolare e dettagli non all’altezza del segmento, la nuova Citroen C3 invece ha tutte la carte per diventare appetibile al pubblico, soprattutto tra i giovani. Cactus ma non troppo Le linee esterne infatti sono moderne e adatte a chi desidera un’auto fuori dagli schemi, ma senza esagerare. Luci diurne sottili a LED, grandi fari anteriori, bumpers laterali di protezione – ripresi dalla Cactus – e posteriore solido, quasi da crossover, grazie agli inserti in plastica che proteggono il paraurti posteriore. Il perimetro della C3 è protetto da una solida plastica scura – come sulle crossover – mentre il tetto a contrasto dona dinamicità alla vettura. Disponibile in 9 colorazioni per la carrozzeria – tra cui lo Shark Grey della nostra prova su strada di questa nuova Citroen C3 – e 3 colorazioni a contrasto per zona fendinebbia, tetto e calotte degli specchietti esterni, le linee della nuova Citroen C3 sono talmente particolari e riuscite da esaltare qualsiasi tinta scelta, rendendola unica e sempre attuale. In questo Test Drive, la nuova C3 è equipaggiata con il motore 3 cilindri benzina 1.2 Puretech aspirato da 82 CV con cambio manuale a 5 marce, in allestimento Shine e nel colore Shark Grey. Interni ricercati   Gli interni mantengono lo stile delle valigie da viaggio introdotto dalla C4, ma con una maggiore attenzione ai dettagli e alla qualità percepita. Nonostante le plastiche dure per pannelli porta, plancia e tunnel centrale, la nuova C3 sfoggia gradevoli interni in tessuto e pelle con colori vivaci a contrasto, talmente ben integrati nell’ambiente interno che anche l’abbinamento pelle tabacco e tessuto scuro vi sembrerà una scelta normale e non “eccentrica”. I sedili – su cui Citroen ha lavorato molto – sono comodi e abbastanza contenitivi, con una posizione di guida più che buona ed un volante caratterizzato da comandi veloci ed intuitivi. Lo spazio è ampio e 4 occupanti alti 1,80 m riescono a viaggiare comodi, grazie anche alla forma ottimizzata dei sedili anteriori dalla quale si...

Read More
Test Drive: nuova Peugeot 2008 GT line, il SUV adatto a tutto
May17

Test Drive: nuova Peugeot 2008 GT line, il SUV adatto a tutto

Solido, divertente su strada e disinvolto nei percorsi off-road. Queste sono le caratteristiche principali del nuovo Peugeot 2008, versione aggiornata nella gamma motori e in piccoli dettagli esterni del SUV compatto di Peugeot. Tra le principali novità, questo restyling porta al debutto l’allestimento sportivo GT line, caratterizzato da nuovi fari anteriori e posteriori bruniti, nuova calandra anteriore e specchietti esterni in nero lucido e protezioni laterali in plastica scura, dettagli che infondono alla 2008 un aspetto più deciso e robusto, da preferire alle varianti eleganti. Più che un nuovo modello, è una aggiornamento della Peugeot 2008. Telaio e sospensioni infatti rimangono invariati – il che è un bene vista l’ottima guidabilità di questa SUV compatta –  così come peso e assetto. In questo prova su strada della nuova Peugeot 2008 abbiamo scelto il motore benzina più potente – il 3 cilindri 1.2 PureTech Turbo da 130 CV – abbinato al cambio manuale a 6 marce e al sistema Start&Stop. Come vedremo, la combinazione dell’allestimento GT line e di questo motore rendono la 2008 davvero sportiva ed elegante, tra le SUV più interessanti del segmento. Interni: pelle e simil-carbonio Gli interni in allestimento GT line offrono sedili contenitivi in pelle con impunture rosse, trama simil-carbonio nella parte frontale della plancia, volante tagliato in basso e pedaliera in Alluminio. Se siete abituati a SUV sobri, tutto potrà sembrarvi fin troppo “racing” in certi dettagli, ma in realtà è tutto al posto giusto. La qualità generale è buona, con plastiche dure su plancia, pannelli porta e tunnel, ma tutte solide, ben assemblate e silenziose su ogni percorso. Solo il feedback del freno a mano andrebbe migliorato, perchè spesso non trasmette solidità quando si inserisce e disinserisce. Rispetto alla Peugeot 308, il climatizzatore ed il sistema di infotainment – leggermente più veloce rispetto al modello precedente – sono da preferire, perchè i comandi del clima ed i pulsanti fisici ai lati dello schermo touch rendono più veloce ed intuitive le impostazioni. Lo spazio interno e abbondante per 4 persone alte 1.85 metri, mentre il quinto passeggero centrale al posteriore avrà poco spazio. Il cruscotto Peugeot i-cockpit è come sempre un compromesso, perchè dovrete cercare la posizione giusta del volante e del sedile che vi permetta di vedere il computer di bordo, anche se le persone più alte di 1,80 m avranno sempre metà schermo coperto dal volante. Il bagagliaio ha una soglia di carico bassa e comoda con un piano di carico regolare, che con i suoi 350 litri permette di caricare fino a 3 grandi trolley o tutto quel che serve per un week-end in 4 persone. Allestimento e Prezzi La nuova Peugeot 2008 in prova è...

Read More
Test Drive: nuova Suzuki Baleno, ricca dotazione al giusto prezzo
Mar23

Test Drive: nuova Suzuki Baleno, ricca dotazione al giusto prezzo

Presentata al Salone di Francoforte 2015, la nuova Suzuki Baleno arriverà nelle concessionarie di tutta Italia in primavera, ma abbiamo avuto l’occasione provarla su strada in anteprima grazie all’esposizione in esclusiva nello showroom Suzuki di Reggio Emilia, con un’esperienza di 30 anni insieme a Suzuki. Lunga 4 metri (3,99 per essere precisi), la nuova Baleno si presenta come un’auto di segmento B, rivale di Fiat Punto, Renault Clio e Ford Fiesta, ma grazie a varie soluzioni stilistiche esterne dà l’idea di essere una vettura più grande, di segmento superiore. Se dalle foto ufficiali non convince per il suo design, dal vivo la compatta giapponese fa tutto un’altro effetto, grazie alla larghezza enfatizzata dalle linee anteriori, al cofano basso rispetto al posteriore, alle luci diurne a LED e al design semplice ma funzionale, in puro stile Suzuki. Uno sforzo maggiore forse poteva essere fatto per il design del posteriore, meno distintivo rispetto alla parte anteriore, ma l’ultima parola sul design la lasciamo a voi. INTERNI   Anche all’interno dell’abitacolo, la Baleno mostra i tipici tratti distintivi di Suzuki, che possono piacere o meno. Il design infatti è “minimal”, ovvero c’è tutto quel che serve, tutto è a portata di mano e intuitivo, ma le plastiche in generale sono dure e non trasmettono la sensazione di qualità e buona fattura, anche se al tatto la percezione migliora. Allo stesso tempo però ci sono tantissime sorprese, che su una vettura di questi segmento (e fascia di prezzo) non ci si aspetterebbe. Tra questi, display LCD da 4,2 pollici al centro del cruscotto, che mostra accelerazione laterale (anche media alla fine di ogni viaggio), consumi, coppia, giri motore e molti altri dettagli che solitamente si trovano su auto di segmenti più alti. Veloce, fluido ed intuitivo anche lo schermo touch centrale da 7 pollici, che mostra sempre quel che serve in pochi passaggi senza inutili distrazioni. Al posteriore si sta comodi (anche se si è alti 1,80 m), l’accesso è agevole e anche il bagagliaio dalla capacità di 355 litri non è affatto male, soprattutto perchè è molto profondo e dotato di una comoda mensola per separare gli oggetti. Allestimento, optional e prezzo Il modello utilizzato per questo Test Drive della Suzuki Baleno è in allestimento WEB S Edition (ordinabile anche online) che offre tutto di serie: trip computer LCD, cambio automatico a 6 marce, cerchi in lega da 16 pollici, monitoraggio pressione pneumatici, volante e cambio in pelle, cruise control adattivo tutto a 15,900 euro. Davvero niente male. Esterni   Interni    Colore “Blue Boreale”  di serie  Sedili in tessuto e rivestimenti simil pelle  di serie  Cerchi in lega da 16 pollici  di serie  Cruscotto LCD da 4,2 pollici  di serie  Specchietti esterni riscaldabili  di serie  Navigatore Touch da 7 pollici...

Read More