Test Drive: Toyota C-HR, ibrido Alieno
Sep01

Test Drive: Toyota C-HR, ibrido Alieno

Toyota ha dettato legge per anni con il suo leggendario Rav4 ma, si sa, i tempi cambiano. La concorrenza è agguerrita e la leggenda, cresciuta nelle dimensioni e nelle aspettative, ha lasciato dietro di se un vuoto che qualcuno (o qualcosa) doveva colmare… e quel qualcosa, ora, è finalmente arrivato! Ci sono poche cose al mondo capaci davvero di attirare la nostra attenzione al primo contatto; un profumo, un paesaggio mozzafiato, un sorriso, una musica. In un mondo sempre più connesso e dove ci si raggruppa sempre sotto qualche etichetta, anche il design delle nostre amate auto ha subito un’adattamento sempre meno personale e un pochino anonimo. A quanti di noi è capitato di pensare “ehi, quella assomiglia a questa” o ancora “Questa è l’esatta copia di quest’altra!” abituandoci poco alla volta agli stessi canoni stilistici o ai soliti particolari. Ma c’è speranza, qualcuno ancora osa. Qualcuno che ancora nonostante tutto cerca di stupirci, di attirare la nostra attenzione, il nostro sguardo. E sono sicuro che pochi non potranno non accorgersi della nuova Toyota C-HR! Un po’ spigolosa e un po’ curva, la nuova Toyota C-HR (Coupe-High Rider) è compatta e alta da terra da brava crossover, ma anche sportiva e muscolosa con quello spoiler sulla coda che ricorda tanto le sportive giapponesi. Il mix di anime e stili che si fondono in una linea ambiziosa, quasi egocentrica, molto personale e poliedrica allo stesso tempo che magnetizza lo sguardo su di se dando una sensazione davvero speciale. In passato Toyota ci aveva già provato ad occupare lo spazio delle piccole crossover-Mpv con la sua Urban Cruiser che però, forse troppo anonima o troppo “standardizzata”, non aveva fatto breccia nelle aspettative del pubblico. Ora il gigante nipponico ha preferito creare qualcosa di speciale e unico nel design, diametralmente opposto al passato, che combina linee di coupè, hatchback, furistrada e crossover in un’unica “anima” ibrida. Le chiavi sono di tipo Key less (con ingresso senza mani) e passandole accanto mi accorgo che le maniglie posteriori delle porte sono “rase” alla carrozzeria, per darle un’aspetto più filante e pulito con le porte che, aprendole, compiono una larga corsa d’apertura che accoglie in modo gli occupanti. Interni futuristici, ma con qualche cm in meno Diversamente dal solito, entro dalla parte posteriore e chiudo la porta: lo spazio a mia disposizione, che mi aspettavo simile ad altre piccole crossover con cui ho già avuto modo di confrontarmi come la Nissan Juke o la Renault Captur, sembra sensibilmente inferiore rispetto a loro, con la testa (e sono alto 1.85 m) molto vicina al cielo dell’abitacolo. I piccoli finestrini laterali e la forma leggermente spiovente della coda, con...

Read More
Citroen C5 Aircross: in arrivo la nuova SUV, anche ibrida
Apr30

Citroen C5 Aircross: in arrivo la nuova SUV, anche ibrida

Al Salone di Shanghai 2017, Citroen ha presentato la Citroen C5 Aircross, nuova SUV di medie dimensioni e prima SUV della casa francese ad essere equipaggiata con una motorizzazione ibrida plug-in. Il design è in perfetto stile Citroen, con linee morbide e moderne, Airbump laterali, elementi ovali all’esterno e all’interno e tantissime possibilità di personalizzazione grazie ad elementi esterni e tetto disponibili in vari colori. La Citroen C5 Aircross è costruita sulla ormai nota piattaforma EMP2 del gruppo PSA (la stessa delle Peugeot 3008 e 5008) dove però vengono portate al debutto le nuove sospensioni progettate per aumentare il comfort di guida pur mantenendo buone doti di precisione anche in caso di guida al limite, proprio come per le sospensioni che hanno debuttato sulla C4 Cactus e sulla nuova Citroen C3 (qui il nostro Test Drive della nuova Citroen C3). Le nuove sospensioni – chiamate “Progressive Hydraulic Cushions” – aumentano il livello di comfort rispetto alle sospensioni tradizionali. Questo perché ral tradizionale gruppo molla-ammortizzatore sono stati aggiunti due fermi idraulici che agiscono nelle fasi di rimbalzo e compressione, migliorando notevolmente la risposta dell’auto alle imperfezioni del manto stradale. Interni moderni e ricercati Anche all’interno, la Citroën C5 Aircross mantiene lo stile davvero particolare visto sulle ultime vetture francesi,  con inedite forme ovali e smussate, quadro strumenti TFT da 12.3” pollici, sistema di infotainment completamente touch da 8” pollici, pulsanti capacitivi per saltare da un menu all’altro (non più meccanici) e l’ormai iconico stile generale ripreso dalle valigie da viaggio. Il nuovo quadro strumenti permette un’ampia personalizzazione e offre al guidatore la possibilità di mettere in primo piano le indicazioni del navigatore, dei consumi, dei sistemi di sicurezza (ADAS) e delle informazioni che il guidatore preferisce avere sempre sotto controllo. Il volante è leggermente tagliato nella parte inferiore per agevolare l’ingresso in vettura, mentre la leva del cambio automatico ed il manettino del Grip Control riprendono quelli già visti su Peugeot 3008 e 5008 (qui il Test Drive della Peugeot 3008 e qui il Test Drive della Peugeot 5008). Completano il comfort generale il  vano refrigerato posto sotto al poggiagomito ed i vani portalattine all’anteriore e al posteriore. La capacità del bagagliaio della Citroen C5 Aircross è di 482 litri ed è possibile aprire il portellone avvicinando semplicemente il piede al paraurti posteriore (optional). ADAS e sicurezza Per quanto riguarda i sistemi di sicurezza e assistenza alla guida (ADAS) la Citroen C5 Aircorss offre il riconoscimento dei segnali stradali (TSR), la frenata automatica d’emergenza, il Cruise Control Adattivo (ACC), lo Speed Limiter Adattivo – che adatta il limitatore ai cartelli stradali – e la telecamera di parcheggio con Surround View 360°. Motori:...

Read More
Volvo: i nuovi prototipi 40.1 e 40.2 anticipano la serie 40
May21

Volvo: i nuovi prototipi 40.1 e 40.2 anticipano la serie 40

Volvo ha presentato in anteprima le Volvo 40.1 e 40.2, concept car che anticipano il design e le linee delle prossime Volvo V40 e Volvo XC40, 5 porte hatchback e SUV crossover di medie dimensioni che debutteranno nel 2017. Questo nuovo corso di stile, fatto di linee tese e moderne e fari a T, riprende lo stile visto sull’ultima Serie 90 e svela in anteprime le forme generali che avranno le due future vetture della casa svedese. Al di la della SUV, la vettura che fa più scalpore è la berlina compatta rialzata, nuovo segmento di mercato in cui Volvo crede molto e che pensa possa prendere una buona fetta del mercato delle SUV. Nuova piattaforma I due prototipi della Serie 40 saranno basati su una nuova piattaforma chiamata Compact Modular Architecture (CMA) che permetterà a Volvo di offrire vetture a motore termico, ibride ed elettriche senza stravolgere il progetto, raggiungendo così il traguardo del milione di vetture elettrificate entro il 2025 di cui vi avevamo parlato qui. Inoltre, Volvo intende tornare nel segmento delle compatte premium, andando così a sfidare le compatte tedesche come l’Audi A3 e la mercedes Classe A e le SUV Q3 e X1. Foto ufficiali Volvo 40.1 e Volvo 40.2 [Show as...

Read More
Test Drive: nuova Peugeot 2008 GT line, il SUV adatto a tutto
May17

Test Drive: nuova Peugeot 2008 GT line, il SUV adatto a tutto

Solido, divertente su strada e disinvolto nei percorsi off-road. Queste sono le caratteristiche principali del nuovo Peugeot 2008, versione aggiornata nella gamma motori e in piccoli dettagli esterni del SUV compatto di Peugeot. Tra le principali novità, questo restyling porta al debutto l’allestimento sportivo GT line, caratterizzato da nuovi fari anteriori e posteriori bruniti, nuova calandra anteriore e specchietti esterni in nero lucido e protezioni laterali in plastica scura, dettagli che infondono alla 2008 un aspetto più deciso e robusto, da preferire alle varianti eleganti. Più che un nuovo modello, è una aggiornamento della Peugeot 2008. Telaio e sospensioni infatti rimangono invariati – il che è un bene vista l’ottima guidabilità di questa SUV compatta –  così come peso e assetto. In questo prova su strada della nuova Peugeot 2008 abbiamo scelto il motore benzina più potente – il 3 cilindri 1.2 PureTech Turbo da 130 CV – abbinato al cambio manuale a 6 marce e al sistema Start&Stop. Come vedremo, la combinazione dell’allestimento GT line e di questo motore rendono la 2008 davvero sportiva ed elegante, tra le SUV più interessanti del segmento. Interni: pelle e simil-carbonio Gli interni in allestimento GT line offrono sedili contenitivi in pelle con impunture rosse, trama simil-carbonio nella parte frontale della plancia, volante tagliato in basso e pedaliera in Alluminio. Se siete abituati a SUV sobri, tutto potrà sembrarvi fin troppo “racing” in certi dettagli, ma in realtà è tutto al posto giusto. La qualità generale è buona, con plastiche dure su plancia, pannelli porta e tunnel, ma tutte solide, ben assemblate e silenziose su ogni percorso. Solo il feedback del freno a mano andrebbe migliorato, perchè spesso non trasmette solidità quando si inserisce e disinserisce. Rispetto alla Peugeot 308, il climatizzatore ed il sistema di infotainment – leggermente più veloce rispetto al modello precedente – sono da preferire, perchè i comandi del clima ed i pulsanti fisici ai lati dello schermo touch rendono più veloce ed intuitive le impostazioni. Lo spazio interno e abbondante per 4 persone alte 1.85 metri, mentre il quinto passeggero centrale al posteriore avrà poco spazio. Il cruscotto Peugeot i-cockpit è come sempre un compromesso, perchè dovrete cercare la posizione giusta del volante e del sedile che vi permetta di vedere il computer di bordo, anche se le persone più alte di 1,80 m avranno sempre metà schermo coperto dal volante. Il bagagliaio ha una soglia di carico bassa e comoda con un piano di carico regolare, che con i suoi 350 litri permette di caricare fino a 3 grandi trolley o tutto quel che serve per un week-end in 4 persone. Allestimento e Prezzi La nuova Peugeot 2008 in prova è...

Read More
Fiat 500X SnowSki: inarrestabile con i cingoli
Apr24

Fiat 500X SnowSki: inarrestabile con i cingoli

Nonostante quest’ultimo inverno non abbia regalato nevicate abbondanti, Fiat ha pensato di modificare la Fiat 500X per renderla adatta a superare qualsiasi strada, percorso o sentiero innevato, dove solo i gatti delle nevi sono in grado di andare. Così, dopo la Fiat Panda 4×4 e 4×4 Cross equipaggiate con i cingoli, Fiat ha presentato a Madonna di Campiglio la Fiat 500X SnowSki, versione cingolata della SUV compatta italiana in grado di andare ovunque. Utilizzata come show car per gli spostamenti tra le varie piste da sci, ha attirato tanti curiosi e appassionati di auto e non. La 500X SnowSki ha subito modifiche all’assetto e alle sospensioni, in modo tale da ospitare i quattro cingoli su ogni ruota. Ovviamente la Fiat 500X SnowSki non è ne in produzione ne in vendita, ma riesce sempre a strappare un sorriso a chiunque la veda, proprio come le Panda di qualche anno fa. VIDEO FIAT 500X SNOWSKI FOTO FIAT 500X SNOWSKI [Show as...

Read More
Salone di Ginevra 2016 Live: Volkswagen T-Cross Breeze
Mar12

Salone di Ginevra 2016 Live: Volkswagen T-Cross Breeze

Insieme alla nuova Tiguan, l’altra grande novità di Volkswagen è la concept car Volkswagen T-Cross Breeze, vettura cabrio 4 posti che anticipa linee e forme del nuovo SUV compatto di segmento B che debutterà nei prossimi mesi. L’anteriore è formato da una grande calandra che ospita i fari anteriori ed il logo della casa tedesca, mentre alle estremità del paraurti sono state inserite due luci quadrate a LED. Il posteriore ricorda lo stile della Tiguan, mentre gli interni sono caratterizzati da numerosi schermi touch screen utilizzabili anche con comandi gestuali. La T-Cross Breeze è equipaggiata con il motore benzina 1.0 TSI da 110 CV e 175 Nm di coppia, insieme al cambio doppia frizione DSG a 7 marce. Il motore copre lo 0.100 km/h in circa 10 secondi con un consumo medio di 5 l/100 km, dato più che buono anche grazie al peso di 1.250 kg della vettura.   FOTO VOLKSWAGEN T-CROSS BREEZE – SALONE DI GINEVRA 2016 [Show as...

Read More