Nuova Fiat Panda: scheda tecnica

Fiat presenta la nuova Fiat Panda, vettura dalle grandi aspettative icona della casa torinese. Dopo 8 anni la piccola di casa Fiat si rinnova totalmente, con un nuovo stile esterno ed un nuovo design per gli interni ispirato alla prima serie degli anni ’80. La vettura è stata progettata utilizzando lo stesso pianale della nuova Lancia Ypsilon e sarà prodotta in Italia nello stabilimento di Pomigliano d’Arco, rinnovato da Fiat per rispettare elevati standard di costruzione e qualità. Il design della nuova Panda abbandona quasi totalmente le linee spigolose della versione precedente, presentando linee più tondeggianti e armoniose. Al lancio saranno disponibili quattro motorizzazioni, tre benzina ed un diesel. Le motorizzazioni alimentate a benzina sono il bicilindrico 900 TwinAir da 85 CV turbo e nella versione aspirata da 65 CV ed il 1.2 Fire EVO II da 69 CV e 102 Nm di coppia. L’unica motorizzazione Diesel è il 1.3 Multijet-II da 75 CV. La nuova Fiat Panda è stata presentata in anteprima mondiale al Salone dell’auto di Francoforte (15-25 settembre) e in anteprima nazionale al Motor Show di Bologna 201. Prezzo di partenza di 10.200 euro.



DESIGN e DIMENSIONI

Il design della nuova Panda presenta linee più tondeggianti e armoniose rispetto al modello precedente, ma che rispecchiano l’evoluzione di questa vettura nelle tre generazioni. L’anteriore ha un deisgn molto pulito rispetto al modello precedente e troviamo nuovi proiettori dalla forma ellittica, un nuovo paraurti anteriore ed un nuovo cofano motore, il quale presenta numerose nervature al centro e ai lati. La nervatura centrale termina con il logo Fiat e sotto di esso il paraurti anteriore presenta una presa d’aria dove è alloggiato il portatarga. I fari fendinebbia sono stati infossati e circondati da inserti in plastica, in modo tale da proteggerli dagli urti. La fiancata è pulita e lineare, irrobustita dai passaruota anteriori e posteriori sporgenti, che infondono alla Panda la sensazione di stabilità e un aspetto robusto. Nella parte inferiore delle portiere è stato inserito un inserto in plastica scura per proteggere la vettura da urti e detriti. Inoltre è stato mantenuto il terzo finestrino posteriore alle spalle dei passeggeri, per dare più luce all’abitacolo e alleggerire il design della fiancata.

 

Al posteriore troviamo nuovi gruppi ottici nella parte superiore dei montanti, ai lati del portellone del bagagliaio, abbandonando così il faro del modello precedente che si estendeva dal montante fino al paraurti. Il paraurti posteriore è stato dotato di un inserto in plastica scura, in modo tale da proteggere il paraurti da muretti o piccoli urti. La targa è stata inserita nel portellone del bagagliaio con il logo “Panda” posto appena sotto il logo Fiat. La nuova Panda è una vettura davvero riuscita e ben fatta, progettata per essere la migliore del segmento A delle citycar ed impreziosita dal logo “Panda” posto in molte parti della vettura, come l’interno dei fari anteriori e posteriori. Ecco i dati tecnici della nuova Fiat Panda:

  • Lunghezza: 3,65 metri
  • Larghezza: 1,64 metri
  • Altezza: 1,55 metri
  • Passo: 2,30 metri
  • Peso (in ordine di marcia): da 940 kg (1.2 benzina) a 1.035 kg (1.3 Diesel)
  • Trazione: anteriore
  • Cambio: manuale a 6 marce, robotizzato sei rapporti
  • Servosterzo: elettrico
  • Diametro di sterzata: 9,3 metri
  • Bagagliaio: 225 litri (870 litri con schienale abbattuto)
  • Serbatoio: 37 litri
  • Carrozzeria: citycar
  • Porte: 5
  • Posti: 5
  • Freni: a disco all’anteriore e al posteriore

 

 

 

MECCANICA e ARCHITETTURA

La nuova Fiat Panda è costruita utilizzando una nuova piattaforma, la stessa utilizzata dalla nuova Lancia Ypsilon, e sarà offerta nella sola variante a 5 porte. La scelta di adottare le 5 porte è stata dettata soprattutto dal mercato. Infatti le vetture a 5 porte rappresentano i 2/3 delle vendite totali dell’intero segmento B e sono preferite dal pubblico femminile e dalla famiglie, in quanto sono vetture più comode ed accessibili. La nuova architettura della Panda ospita all’anteriore sospensioni a schema McPherson e al posteriore uno schema a ponte torcente. Lo schema delle sospensioni e le sospensioni stesse però, sono state progettate e ottimizzate per avere il massimo comfort ed un assorbimento delle asperità stradali ottimale. Inoltre la nuova Panda è costruita ed assemblata nel nuovissimo impianto industriale di Pomigliano d’Arco (NA) completamente riattrezzato per la produzione di questo nuovo modello con impianti che non solo sono i più evoluti dell’universo Fiat, ma sono anche tra i più avanzati del mondo, in particolare nel campo della lastratura, del montaggio e del nuovissimo Quality CenterGli schemi sospensivi anteriore e posteriore della nuova Panda sono i seguenti:

 

  • Sospensioni anteriori: schema di tipo McPherson alleggerito, molla elicoidale e barra stabilizzatrice
  • Sospensioni posteriori: schema a ponte torcente con braccio longitudinale  e molla elicoidale

 

 

 

INTERNI

Gli interni della nuova Fiat Panda sono stati totalmente rivisti e migliorati negli accostamenti e nelle plastiche. Il design è piacevole e ricercato, con il motivo “quadrato” utilizzato in tutto l’abitacolo: dal volante, al cambio, ai pulsanti del climatizzatore e per contachilometri e contagiri. Tutto è stato progettato e pensato nel minimo dettaglio, rendendo l’abitacolo della nuova Panda molto piacevole e nettamente migliore rispetto a quello della versione precedente, il quale era si molto comodo, ma non rinomato per il suo design. La plancia si sviluppa orizzontalmente e presenta un grande vano porta oggetti nel lato passeggero, il cosiddetto “tascone”, proprio come quello della Panda degli anni ’80, molto comodo e funzionale. Il contorno della plancia e lo sterzo possono essere dello stesso colore della vettura, così come i sedili e i pannelli porta, donando agli interni un’aria più “matura”. I nuovi sedili dell’abitacolo sono stati studiati per essere più comodi e più sottili rispetto al modello precedente, per aumentare lo spazio ed il comfort a bordo e la capacità del bagagliaio.

 

Altra nota positiva è il freno a mano, il quale si attiva e disattiva con molta facilità e con il minimo sforzo grazie alla forma ergonomica che riprende la forma del “cubo arrotondato”, presente in tutta la nuova Panda. Pregevoli le plastiche goffrate con le lettere che compongono il nome “Panda”, presenti su pannelli porta, la parte superiore ed inferiore della plancia, su tutto il pannello che riveste le portiere e nella parte inferiore della zona del cambio. Molti i dettagli, come il simbolo della bottiglietta d’acqua nel portabibite delle portiere e gli innumerevoli dettagli che riprendono la forma del cubo arrotondato in tutto l’abitacolo. Tutti questi “piccoli” dettagli rendono “grande” questa vettura, che oltre al design riuscito ed accattivante, propone interni di alto livello e molto versatili. Lo spazio al posteriore è notevole e persone alte 1.80 si trovano a loro agio anche se alla guida vi è un pilota della stessa statura.

 

Come ulteriore comodità, il sedile lato passeggero può diventare un comodo tavolino portaoggetti. Infatti la parte posteriore dello schienale può essere richiesta in plastica e ripiegando lo schienale in avanti sulla seduta, si crea un comodo tavolino portaoggetti. Il bagagliaio ha una soglia di carico alla giusta altezza ed è abbastanza capiente. Il portellone di dimensioni generose permette di caricare con facilità qualsiasi cosa, anche di grandi dimensioni, e la versatilità dei sedili permette il carico di una bicicletta o di qualsiasi altro oggetto ingombrante.

 

Allestimenti: Al lancio, la nuova Panda sarà disponile con trazione anteriore e successivamente debutterà la Panda 4×4. La vettura offrirà una gamma composta da: 4 motori, 3 allestimenti, 10 colori di carrozzeria, 4 ambienti interni, 2 coppe copriruota e 2 cerchi in lega da 14 e 15 pollici per un totale di oltre 600 combinazioni.

 

 

 

MOTORI

La gamma motori della nuova Fiat Panda sarà composta da 4 motorizzazioni, tre benzina e un diesel. Le motorizzazioni a benzina sono il 1.2 Fire EVO II da 69 CV e 102 Nm di coppia, abbinato ad un cambio a 5 marce. Il secondo propulsore alimentato a benzina è l’innovativo 0.9 TwinAir turbo da 85 CV e 145 Nm di coppia ed Il terzo propulsore a benzina è lo 0.9 TwinAir aspirato da 65 CV. Il motore Diesel è il 1.3 Multijet-II da 75 CV. Tutti i propulsori, escluso il 1.2, sono dotati di tecnologia Start&Stop di serie. Successivamente sarà disponibile anche la motorizzazione bifuel 0.9 TwinAir Turbo Natural Power da 80 CV (benzina/metano)1.2 EasyPower da 69 CV (benzina/GPL). Le motorizzazioni saranno abbinate ad un cambio manuale a 6 marce ed al cambio robotizzato dualogic a 5 rapporti. Di seguito riportiamo tutta la gamma motori della nuova Panda con le relative prestazioni:

 

1.2 Fire EVO II da 69 CV e 102 Nm di coppia

  • Accelerazione 0-100 km/h: 14,2 sec
  • Velocità massima: 164 km/h
  • Rapporto di compressione: 11,1:1
  • Consumo medio: 5,2 l/100 km
  • Cambio: manuale a 5 marce
  • Emissioni CO2: 120 g/km
  • Classe ambientale: Euro 5
  • Start&Stop: no
  • Peso vettura: 940 kg

 

 

1.3 Multijet-II da 75 CV e 190 Nm di coppia

  • Accelerazione 0-100 km/h: 12,8 sec
  • Velocità massima: 168 km/h
  • Rapporto di compressione: 16,8:1
  • Consumo medio: 3,9 l/100 km
  • Cambio: manuale a 5 marce
  • Emissioni CO2: 104 g/km
  • Classe ambientale: Euro 5
  • Start&Stop: si
  • Peso vettura: 1.035 kg

 

 

0.9 TwinAir turbo da 85 CV e 145 Nm di coppia

  • Accelerazione 0-100 km/h: 11,2 sec
  • Velocità massima: 177 km/h
  • Rapporto di compressione: 10:1
  • Consumo medio: 4,2 l/100 km
  • Cambio: manuale a 5 marce
  • Emissioni CO2: 95 g/km
  • Classe ambientale: Euro 5
  • Start&Stop: si
  • Peso vettura: 975 kg

 

 

0.9 TwinAir turbo da 65 CV e 145 Nm di coppia

  • Accelerazione 0-100 km/h: 15,7 sec
  • Velocità massima: 159 km/h
  • Rapporto di compressione: 11,2:1
  • Consumo medio: (in fase di omologazione)
  • Cambio: manuale a 5 marce
  • Emissioni CO2: 99 g/km
  • Classe ambientale: Euro 5
  • Start&Stop: si
  • Peso vettura: (in fase di omologazione)

 

 

SICUREZZA

La nuova Fiat Panda è stata sottoposta recentemente ai crash test di sicurezza euroNCAP, dai quali ha ottenuto solamente 4 stelle su 5. La Fiat Panda infatti ha fatto registrare una protezione non adeguata per i bambini e non offrendo di serie l’ESP il punteggio è sceso ulteriormente. In realtà la nuova Fiat Panda è una vettura dalle 5 stelle dal punto di vista strutturale. Infatti il basso punteggio ottenuto nella protezione dei più piccoli è nato a causa della scelta di marketing di offrire nella dotazione della panda un seggiolino poco protettivo. Se infatti la Panda offrisse tra i suoi optional un sedile più protettivo, il punteggio sarebbe salito e avrebbe ottenuto un grande punteggio per quanto riguarda i bambini. Altra scelta discutibile quella di offrire di serie solo dopo il mese di aprile l’ESP, il quale ha contribuito ad abbassare ulteriormente il punteggio sulla sicurezza complessiva della nuova Panda. La Panda quindi è una vettura sicura dal punto di vista strutturale e costruttivo, ma a causa di due scelte “discutibili” non può vantarsi delle 5 stelle come tutto il resto delle vetture del gruppo Fiat. La vettura offre inoltre un inedito sistema anticollisione. Infatti ad una velocità inferiore ai 30 km/h, la Panda frena automaticamente evitando la collisione con altre vetture o persone.

 

 

 

GALLERIA IMMAGINI

Author: Testdriver

Share This Post On

Trackbacks/Pingbacks

  1. Volkswagen Up! 5 porte: immagini ufficiali e dati tecnici | ItalianTestdriver - [...] Schede tecniche « Nuova Fiat Panda: scheda tecnica …
  2. Test drive: nuova Fiat Panda 0.9 TwinAir Turbo da 85 CV | ItalianTestdriver - [...] al Salone dell’auto di Francoforte ed in anteprima nazionale al Motor Show di Bologna, la nuova Fiat Panda ha …
  3. Fiat Panda EasyPower GPL/benzina: dati tecnici e prezzi | ItalianTestdriver - [...] in Italia. A soli tre mesi dal lancio commerciale della nuova Panda (della quale trovate la scheda tecnica qui ed …

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>