Alfa Romeo 4C “La Furiosa”: bicolore e Alcantara con Garage Italia Customs
Nov12

Alfa Romeo 4C “La Furiosa”: bicolore e Alcantara con Garage Italia Customs

Garage Italia Customs e Lapo Elkann si presentano al Salone dell’Auto di Dubai con l’Alfa Romeo 4C “La Furiosa”, esemplare unico della piccola supercar italiana con una nuova livrea e nuovi interni, personalizzati come solo il team di Lapo Elkann sa fare. Gli artigiani del Garage Italia Customs di Lapo, chiamati “Maestros”, sono specializzati nel trasformare qualsiasi auto in un’opera d’’arte unica nel suo genere, come già fatto con la bellissima 500X Black Tie “Gessata” e la Jeep Renegade. Disegnata dal capo del centro stile di Italia Customs, Carlo Borromeo, la 4C Furiosa si distingue grazie alla livrea bicolore rosso scuro opaco e nero opaco, mentre gli interni sono rivestiti in pelle rosso acceso “Accursio”, nome scelto in onore della nuova sede a Milano. La pelle rossa ricopre tutta la plancia, il volante, il tunnel ed i pannelli porta, mentre i sedili sono sempre in Alcantara nera e rossa. L’effetto finale è eccentrico e acceso, ma non poteva essere diversa per una vettura di Lapo. Ulteriore particolare riguarda la verniciatura dei montanti, rivestiti in pelle Alcantara con un effetto sfumato ottenuto con una stampa digitale. Oltre a rivestire completamente gli interni, con questa 4C Furiosa Alcantara inizia la sua partnership con Garage Italia Customs. Fari anteriori, specchietti esterni e prese d’aria sono in carbonio, e per questi è stato scelto il colore “rosso candy” che permette di lasciare intravedere la trama del carbonio, come a volerla valorizzare. FOTO ALFA ROMEO 4C LA FURIOSA [Show as...

Read More
Nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: foto ufficiali e dati tecnici
Sep15

Nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: foto ufficiali e dati tecnici

Chi sperava nella versione “normale” della Giulia in questo Salone di Francoforte rimarrà deluso. Alfa Romeo infatti continua a puntare tutto sulla top di gamma, presentando ufficialmente la nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio con nuove foto, dati tecnici e prezzi. Le Alfa Romeo Giulia, tutte “Quadrifoglio”, sono esposte in ben cinque livree: Rosso Competizione, Bianco Trofeo, Nero Vulcano, Grigio Vesuvio e Blu Montecarlo, in abbinamento agli interni in pelle e Alcantara e a pinze freno rosse, gialle e grigie. Per bilanciare al meglio le masse, il motore e la meccanica devono essere inseriti tra i due assi. Da qui la scelta di disegnare sbalzi molto ridotti, un lungo cofano e lunghi parafanghi anteriori, un abitacolo arretrato “appoggiato” sulle ruote di trazione e parafanghi posteriori muscolosi che segnalano visivamente il punto dove la potenza viene scaricata a terra. Una linea sportiva e scultorea che esalta i riflessi sulla livrea, resa ancor più sportiva dal grande estrattore posteriore con quattro terminali di scarico, i quali trasmettono all’istante la potenza e la “cattiveria” della vettura. Tutto questo ha permesso di ottenere il passo più lungo della categoria, contenuto in una carrozzeria tra le più compatte. Tutti i dettagli esterni, come le prese e gli sfoghi d’aria, gli elementi in fibra di carbonio, i nuovi fari anteriori e posteriori infondono cattiveria e sportività alla Giulia, con un profilo”a goccia” che ricorda la Giulietta Sprint, una delle Alfa più belle di tutti i tempi. I nuovi gruppi ottici anteriori Xenon e posteriori a LED della Giulia, realizzati da Magneti Marelli in collaborazione con Alfa Romeo, sono stati studiati per incrementare il fascio luminoso e la diffusione della luce, con una luminosità notturna che aumenta del 200% (rispetto ai normali fari alogeni) ed un minor consumo di energia. Le luci diurne (DRL), le luci di curva, le luci di posizione e gli indicatori di direzione sono a LED. MECCANICA La nuova Giulia Quadrifoglio è costruita su una inedita piattaforma chiamata “Giorgio” a trazione posteriore, dalla quale possono essere ricavate vetture dal segmento C al segmento E. La distribuzione dei pesi è 50/50 tra i due assi, mentre le sospensioni posteriori hanno uno schema Multilink. Per le sospensioni anteriori invece, è stata sviluppata una nuova sospensione a doppio braccio oscillante (quadrilatero) con asse di sterzo semi-virtuale, che ottimizza l’effetto filtrante e consente di sterzare in modo rapido e preciso. È un’esclusiva Alfa Romeo che mantiene costante l’appoggio del braccio a terra durante la curva e, grazie all’impronta a terra sempre perfetta, è in grado di garantire alte accelerazioni laterali. Debutta il Torque Vectoring che, grazie alla sua doppia frizione, consente al differenziale posteriore di controllare separatamente la...

Read More
Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: a Monza per i 90 anni dal primo mondiale Alfa Romeo
Sep04

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: a Monza per i 90 anni dal primo mondiale Alfa Romeo

Quando si pensa ad Alfa Romeo, tra le grandi imprese si tende a ricordare i primi due indimenticabili campionati mondiali di Formula 1 vinti dalla casa milanese, senza veri rivali. In pochi forse sanno però che Alfa Romeo ha vinto 5 mondiali. Il 6 settembre del 1925 infatti, presso l’Autodromo Nazionale di Monza, si disputò il “Gran Premio d’Italia” che decretò il vincitore del “Campionato del Mondo Automobilistico”. In questa occasione, Alfa Romeo partecipò con la “P2”, la prima vettura Alfa Romeo da competizione progettata da Vittorio Jano. Delle 15 vetture in gara, solo otto tagliarono il traguardo dopo ben 80 giri della pista lunga 10 km. L’Alfa Romeo “P2” vinse il Gran Premio condotta da Gastone Brilli-Peri, con il tempo record di 5 ore, 14 minuti e 33 secondi ad una velocità media di oltre 152 km/h, conquistando così il primo mondiale Alfa Romeo. Al secondo posto, a circa 3 secondi, arrivò la seconda Alfa Romeo “P2” del compagno di squadra, Giuseppe Campari. Iniziò così la leggenda sportiva dell’Alfa Romeo che conquistò il primo dei suoi cinque Campionati del Mondo. Proprio per questo importante traguardo, il logo Alfa Romeo venne circondato dalla corona d’alloro, a ricordare la vittoria del mondiale. Gamma esposta al GP di Monza 2015 Per celebrare l’anniversario, Alfa Romeo ritorna nel leggendario “tempio della valocità” in occasione del Gran Premio d’Italia di Formula 1 2015, che si svolgerà proprio il 6 settembre. In prossimità dell’ingresso all’autodromo sarà allestita un’area espositiva dove gli appassionati potranno ammirare da vicino le ultime novità della gamma Alfa Romeo, come la 4C Spider, la MiTo Racer, la Giulietta Sprint Speciale (che debutterà a breve) e la nuovissima Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio che porta al debutto il potente 3.0 turbo benzina 6 cilindri da 510 CV. Insieme ad uno speciale visore per la realtà virtuale per salire a bordo dell’Alfa Romeo 4C,  il marchio ha scelto di esporre cinque pannelli fotografici che ritraggono altrettante vittorie dell’Alfa Romeo sul circuito monzese: Gastone Brilli Peri su “P2” (6 settembre 1925), Giuseppe “Nino” Farina su Alfetta 158 (3 settembre 1950), Andrea de Adamich e Alessandro Arcioni su Giulia TI Super (19 marzo 1965), Andrea de Adamich e Teodoro Zeccoli su Giulia GTA (20 marzo 1966) e Arturo Merzario e Jacques Laffite su 33 TT 12 (20 aprile 1975). Infine, coloro che ordineranno una Giulietta sullo stand avranno diritto a un bonus di 500 euro per l’acquisto di ulteriori optional. L’Alfa Romeo e le vittorie a Monza Con l’avvento della Formula 1, a bordo della monoposto 158 (la celebre “Alfetta”) Giuseppe “Nino” Farina vince il Gran Premio d’Italia del 1950, mentre nel 1963 la “Giulia TZ”, vincendo...

Read More
Nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: il rombo del Nurburgring
Aug24

Nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: il rombo del Nurburgring

Dopo la presentazione del 24 giugno, i test della nuova Alfa Romeo Giulia vanno avanti senza sosta per arrivare al momento del lancio (a primavera dell’anno prossimo) con ogni dettaglio a posto, per attaccare frontalmente le rivali tedesche. Se al salone di Francoforte vedremo molto probabilmente la versione “normale” della Giulia, senza spoiler, prese d’aria ed estrattore, in Alfa continua la messa a punto della versione Quadrifoglio equipaggiata con il 2.9 litri Bi-Turbo da 510 CV. Per testare a fondo una supersportiva come la Quadrifoglio “l’inferno verde” del Nurburgring è perfetto per far emergere le doti dinamiche di questa berlina, ma soprattutto affinare tutti i dettagli meccanici ed elettronici ed ottimizzare la messa  a punto. Proprio in Germania, la nuova berlina di Alfa è stata ripresa mentre affronta le curve insidiose del circuito tedesco a grande velocità, con un assetto di altissimo livello e senza mai scomporsi, scaricando più che bene tutti i 510 CV sull’asfalto. Inutile dire che il suono del nuovo 6 cilindri Alfa è incredibile, in grado di scaldare i cuori degli appassionati Alfa già dalle prime curve. Saranno prove per attaccare il tempo di 7:52 della BMW M4 (anche se il confronto giusto sarebbe la M3)? Godetevi il video (e alzate il volume!). VIDEO ALFA ROMEO GIULIA QUADRIFOGLIO AL...

Read More
Alfa Romeo MiTo facelift: aggiornamento per la piccola Alfa
Aug05

Alfa Romeo MiTo facelift: aggiornamento per la piccola Alfa

Su Quattroruote sono comparse le prime foto spia dell’Alfa Romeo MiTo facelift, aggiornamento della piccola del biscione dopo il grande successo mediatico ottenuto dalla Giulia. La MiTo FL è interamente rivestita di una particolare pellicola che non permettere di vedere forme e linee, ma è abbastanza chiaro che le principali novità che vedremo sulla MiTo saranno poche e mirate. Come per la Giulietta infatti, la MiTo facelift avrà un nuovo scudetto anteriore più grande, con sfondo a nido d’ape e senza listelli orizzontali, insieme a nuove prese d’aria e al nuovo logo del biscione, esattamente come la Giulia. Fari anteriori e posteriori rimarranno invariati (nessun faro “orizzontale” come richiesto da tanti appassionati), e qualche piccola novità potrebbe esserci anche per interni e motori. Tutto questo per riportare il family feeling tra le vetture della gamma Alfa, in attesa del SUV e delle nuove vetture del biscione. La MiTo FL dovrebbe debuttare nel...

Read More