Test Drive: BMW Serie 1 restyling 2.0 150 CV

Con il restyling della serie 1, BMW intende rinnovare il design e l’appeal della compatta tedesca a causa dello scarso successo della versione precedente, che di certo non è stata un punto di riferimento nella categoria dal punto di vista stilistico.

Per questo motivo la casa tedesca è intervenuta profondamente sull’aspetto esterno della Serie 1 sia all’anteriore che al posteriore, presentando così un modello completamente inedito.

Per la nostra prova su strada abbiamo scelto la BMW Serie 1 restyling 118d equipaggiata con il motore Diesel 2.o da 150 CV, abbinato al cambio manuale a 6 marce e al pacchetto sportivo M Sport.

All’esterno, la Serie 1 restyling è davvero riuscita rispetto al modello precedente: fari orizzontali e linee eleganti la riportano nella famiglia BMW, ed il pacchetto M Sport dona alla vettura un aspetto più sportivo grazie agli appositi paraurti anteriore e posteriore differenti, alle minigonne laterali ed ai cerchi in lega da 17″ pollici bruniti.

Test-Drive-BMW-Serie-1-restyling-3Le fiancate svelano l’assetto ribassato ed enfatizzano la sportività della Serie 1, mentre al posteriore debuttano nuovi fari orizzontali a LED, separati dal portellone del bagagliaio.

La parte posteriore ed il design in generale di questa Serie 1 restyling è decisamente più “maturo”, in linea con il resto della gamma.

Inutile dire che questa nuova Serie 1 ha tutta l’aria di una vera BMW, abbandonando (finalmente) il design precedente, a nostro avviso decisamente poco riuscito e banale.

 

INTERNI

Test-Drive-BMW-Serie-1-restyling-interni

Gli interni di questa versione hanno una forte inclinazione sportiva, ma senza esagerare. La plancia e gli inserti infatti sono gli stessi che si possono trovare sulle versioni “tradizionali”, mentre il volante ed i sedili sportivi sono un’esclusiva del pacchetto M Sport.

Come tutte le BMW, il cruscotto è semplice (contagiri più contachilometri) ed il resto delle informazioni si trova nel piccolo schermo inserito tra i due elementi circolari.

Test-Drive-BMW-Serie-1-restyling-2-interniAl centro della plancia spicca il grande schermo da 6.5 pollici del sistema di infotainment BMW ConnectedDrive, che può essere facilmente gestito dal selettore e dai pulsanti posti sul tunnel centrale, alle spalle del cambio.

Molto comodi ed intuitivi la radio ed il climatizzatore posizionati in alto, che permettono una distrazione davvero minima alla guida.

Nonostante le modifiche, al posteriore lo spazio non è ampio ne per le gambe ne per la testa (passeggeri alti 1.80 metri viaggiano un po’ costretti) e anche l’accesso non è dei migliori, a causa dell’ingresso di dimensioni ridotte e al batticalcagno leggermente alto.

D’altro canto però, il bagagliaio è grande ed offre una capacità di 360 litri (1.200 litri con divanetto posteriore abbattuto), permettendo così di affrontare week end senza problemi di spazio. La soglia di carico è alla giusta altezza.

Allestimento, optional e prezzo

La BMW Serie 1 restyling utilizzata nel nostro test drive è in allestimento M Sport con interni sportivi, assetto, cerchi da 17 pollici, minigonne e paraurti sportivi e motore Diesel 2.0 da 150 CV. Di seguito trovate prezzi e optional, ma per saperne di più potete utilizzare il nostro nuovo listino auto, con tutti i prezzi e gli optional di ogni vettura e la possibilità di richiedere le informazioni che più vi interessano.

Esterni   Interni  
 Colore Bianco “Alpineweiss”  di serie  Sedili in tessuto Hexagon/Alcantara  di serie
 Cerchi in lega da 17 pollici  di serie  Modanature interne Aluminium e nero lucido  di serie
 Specchietti esterni elettrici  di serie  Navigatore da 6.5″, Radio CD MP3  di serie
 Fendinebbia  di serie  Vetri elettrici anteriori e posteriori  di serie
 minigonne laterali  di serie  Assetto sportivo  di serie
 Paraurti sportivi  di serie    
       
 Sicurezza      
 Cruise Control Adattivo  di serie    
 Sensori parcheggio (Post)  di serie    
 Radar assistenza frenata  di serie  Allestimento
 M Sport
 Luci anteriori a LED  di serie  
 
 Pneumatici Runflat  di serie  Prezzo
 33.440 euro

 

SU STRADA

Test Drive BMW Serie 1 restyling 2015A bordo della Serie 1, la prima cosa su cui vi imbatterete è l’impostazione del sedile di guida. Grazie alle numerose regolazioni, che permettono anche di inclinare il sedile di alcuni gradi, troverete la posizione di guida perfetta per voi.

L’unico neo rimane sempre la soluzione scelta da BMW per alzare il sedile: nel caso in cui vogliate alzare il sedile infatti, non troverete la tipica levetta, ma dovrete “aggrapparvi” al volante e allo stesso tempo tirare una leva che farà alzare il sedile. La soluzione non richiede uno sforzo enorme, ma è scomoda.

Se riuscite a passare sopra questo aspetto, la “compatta” dell’elica vi stupirà sotto ogni punto di vista. L’avvio con pulsante e chiave keyless è veloce e le vibrazioni del motore Diesel 2.0 sono minime.

Su strada, la frizione è abbastanza leggera, il cambio in posizione perfetta e lo sterzo è diretto, preciso e sportivo. Tutti i comandi presenti su volante e tunnel centrale sono ben studiati e distraggono davvero poco alla guida.

Anche il climatizzatore, che funziona bene, è comodo posizionato in alto e dovrete fare poche regolazioni per impostare la temperatura che desiderate.

Test-Drive-BMW-Serie-1-restyling-3-interniMa essendo una trazione posteriore e con pacchetto e assetto M Sport, ci interessa ben altro. Affondando il piede sull’acceleratore, con modalità Sport inserita, il 2.0 da 150 CV spinge per bene gli occupanti contro i sedili con una spinta abbastanza secca, ma allo stesso tempo non fastidiosa. 

Lo sterzo è preciso, diretto e nemmeno troppo duro anche a velocità autostradali. Il cambio è abbastanza fluido e dalla corsa breve, il che permette di divertirsi, anche se un pelo in più di fluidità non avrebbe guastato.

Ottimi anche i sedili sportivi, molto contenitivi ma allo stesso tempo confortevoli.

Al limite, la Serie 1 si comporta da vera sportiva, sfoderando una tenuta ai vertici della categoria ed un divertimento che solo la trazione posteriore può dare. La vettura è talmente sicura e prevedibile che, anche quando si fa di tutto per portarla in sovrasterzo con il posteriore che tende a mettersi di traverso, si rimette subito in traiettoria, con un comportamento sempre sicuro e prevedibile.

Accelerazioni, sorpassi e cambi di direzione sono affrontati con disinvoltura e facilità, regalando un grande divertimento alla guida.

BMW M135i restyling 2015 (16)Un altro aspetto è quasi scioccante per essere una BMW: l’assetto. Solitamente infatti, le BMW sono famose si per la sportività, ma allo stesso tempo per un assetto fin troppo rigido che spesso compromette il confort durante i lunghi viaggi.

Con nostro stupore invece, la Serie1 assorbe buche e avvallamenti senza scossoni o rumori sordi, ma quasi con facilità e con un buon confort, cosa davvero incredibile se pensiamo ai cerchi da 17 con spalla bassa e l’assetto M Sport!.

Si, al posteriore lo spazio sarà minimo e gli occupanti staranno scomodi, ma il piacere di guida è unico nel suo segmento.

Motore, consumi e prestazioni

Il motore 2.0 disel da 150 CV e 320 Nm di coppia è potente e ha una buona progressione, senza strappi o vuoti di potenza. Le prestazioni sono 8,3 secondi per raggiungere i 100 km/h e 212 km/h di velocità massima, per un peso complessivo della vettura di 1.425 kg. In modalità SPORT, acceleratore ed impianto frenante sono più pronti, lo sterzo diventa più diretto e rigido e l’ESP interviene in ritardo. Ovviamente, in questa modalità i consumi salgono (11 km/l se ci si diverte a fondo), ma in un normale utilizzo i consumi sono di circa 17 km/l, quindi molto buoni.

Nel caso in cui si voglia consumare molto meno, si può inserire la modalità ECO-PRO, che permette un consumo che può sfiorare i 19 km/l se si presta attenzione.

CONSUMI

 Città  Statali  Medio
 7,0 l/100 km (14 km/l)  5,9 l/100 km (17 km/l)  6,2 l/100 km (16 km/l)

 

IL NOSTRO PARERE

Test Drive BMW Serie 1 restylingCon questo restyling, BMW non ha solo “svecchiato” e reso più elegante ed appetibile un modello, ma ha presentato una vera e propria nuova Serie 1 dal punto di vista estetico. Detto sinceramente, era ora che questa vettura tornasse ad essere bella e ad avere linee come il resto della gamma, dato che le principali rivali (Classe A, Audi A3 e Giulietta) hanno già convinto il pubblico sotto questo punto di vista.

Ma a parte l’appeal, che rimane comunque soggettivo e a cui lasciamo a voi il giudizio finale, la parte davvero interessante è il lavoro svolto su assetto e guidabilità.

La serie 1 restyling infatti è tra le migliori della categoria come guida, ed ora che l’assetto offre anche un buon confort, potrebbe essere davvero la migliore del segmento.

Chiaro che la trazione posteriore (unica nella categoria) aiuta non poco a trasmettere un feeling di guida unico, ma anche lo sterzo molto preciso, l’assetto, il motore ed il cambio permettono una guida davvero divertente.

Al posteriore purtroppo lo spazio e l’accessibilità sono quel che sono ed è forse l’unica nota negativa di questa compatta sportiva davvero appagante, ma almeno il bagagliaio offre grande spazio.

La Serie 1 è senza dubbio al vertice del suo segmento, sportiva e divertente anche senza essere estrema. Una di quelle vetture difficili da trovare in questa categoria, a causa di scelte di mercato e di marketing, ma che riescono ad emozionare tantissimi appassionati di auto.

Peccato però che la prossima generazione avrà la trazione anteriore, e li vedremo davvero come si comporterà BMW nei confronti della concorrenza. Soprattutto se “altri” andranno sulla trazione posteriore…

Handling

Sterzo

Assetto

Accessibilità posteriore

 

IMMAGINI TEST DRIVE SERIE 1 RESTYLING

Articoli simili

Author: Manuel Morlini

Share This Post On

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *