Test Drive: nuova Citroen C3 1.2 PureTech 82 CV

Spinta dalla voglia di rilanciarsi e cambiare la percezione di se agli occhi del pubblico, Citroen cambia completamente volto, puntando tutto su stile unico e distintivo, attenzione alla vita tracorsa a bordo delle vetture, al comfort di marcia e alla tecnologia.

Con questa voglia di cambiamento, la casa francese ha pensato e progettato la nuova Citroen C3, prima auto di segmento B a fondere le linee da SUV compatta a quelle di una citycar, con un risultato unico nel suo genere e davvero innovativo rispetto a quello che ormai siamo abituati a vedere in questo segmento.

Se la C4 Cactus (qui il nostro test drive) ha avuto qualche difficoltà a farsi apprezzare dal pubblico a causa dello stile particolare e dettagli non all’altezza del segmento, la nuova Citroen C3 invece ha tutte la carte per diventare appetibile al pubblico, soprattutto tra i giovani.

Cactus ma non troppo

dscn4481Le linee esterne infatti sono moderne e adatte a chi desidera un’auto fuori dagli schemi, ma senza esagerare.

Luci diurne sottili a LED, grandi fari anteriori, bumpers laterali di protezione – ripresi dalla Cactus – e posteriore solido, quasi da crossover, grazie agli inserti in plastica che proteggono il paraurti posteriore.

Il perimetro della C3 è protetto da una solida plastica scura – come sulle crossover – mentre il tetto a contrasto dona dinamicità alla vettura.

Disponibile in 9 colorazioni per la carrozzeria – tra cui lo Shark Grey della nostra prova su strada di questa nuova Citroen C3 – e 3 colorazioni a contrasto per zona fendinebbia, tetto e calotte degli specchietti esterni, le linee della nuova Citroen C3 sono talmente particolari e riuscite da esaltare qualsiasi tinta scelta, rendendola unica e sempre attuale.

In questo Test Drive, la nuova C3 è equipaggiata con il motore 3 cilindri benzina 1.2 Puretech aspirato da 82 CV con cambio manuale a 5 marce, in allestimento Shine e nel colore Shark Grey.

Interni ricercati

 

test-drive-nuova-citroen-c3-prova-su-strada-interni

Gli interni mantengono lo stile delle valigie da viaggio introdotto dalla C4, ma con una maggiore attenzione ai dettagli e alla qualità percepita.

Nonostante le plastiche dure per pannelli porta, plancia e tunnel centrale, la nuova C3 sfoggia gradevoli interni in tessuto e pelle con colori vivaci a contrasto, talmente ben integrati nell’ambiente interno che anche l’abbinamento pelle tabacco e tessuto scuro vi sembrerà una scelta normale e non “eccentrica”.

I sedili – su cui Citroen ha lavorato molto – sono comodi e abbastanza contenitivi, con una posizione di guida più che buona ed un volante caratterizzato da comandi veloci ed intuitivi.

Lo spazio è ampio e 4 occupanti alti 1,80 m riescono a viaggiare comodi, grazie anche alla forma ottimizzata dei sedili anteriori dalla quale si è ricavato ulteriore spazio per le ginocchia dei passeggeri posteriori.

test-drive-nuova-citroen-c3-prova-su-strada-interni 2Con 300 litri, il bagagliaio è tra i più ampi della categoria, tanto da contenere anche 4 piccoli trolley o due valigie di grandi dimensioni.

Altri dettagli che fanno capire come Citroen tenga a fare bene sono il design ricercato delle bocchette di ventilazione, il volante curato, il touch screen centrale da 7 pollici capacitivo con una risposta davvero veloce, i vetri elettrici posteriori (non a compasso…) e la qualità delle guarnizioni e dei materiali fonoassorbenti.

Chiudendo tutte le porte o il portellone del bagagliaio infatti, si può sentire un incredibile rumore “sordo” e solido, rumore che solitamente si può sentire nelle auto di categoria superiore e che trasmette una elevata qualità percepita di come sia costruita la C3.

Il touch screen è molto veloce, intuitivo e riporta tutte le informazioni in modo chiaro e veloce, senza distrarre il guidatore.

Telecamera Frontale

test-drive-nuova-citroen-c3-prova-su-strada-connected-camLa vera novità di questa vettura non è solo il design, ma la telecamera anteriore che in Citroen chiamano “ConnectedCam”. Questa telecamera Full HD – inserita davanti allo specchietto interno retrovisore – è in grado di scattare foto e brevi video con buona risoluzione, semplicemente premendo il pulsante al di sotto dello specchietto interno.

Inizialmente si può pensare che questo optional possa essere inutile o distrarre alla guida, ma non è così.

Non solo perché permette di scattare foto e registrare video di 20 secondi dei vostri viaggi con un semplice pulsante, ma soprattutto per il suo utilizzo in termini di sicurezza.

La connectedcam infatti è progettata per registrare video in caso di incidenti gravi e di piccoli tanponemanti, registrando un video 30 secondi prima dell’impatto e fino ad un minuto dopo, salvando il tutto nella memoria interna da 16 GB.

Inoltre, nel caso in cui il sistema registri un movimento improvviso del volante  come ad esempio quando si evita un’ostacolo in mezzo alla strada – o si effettua una frenata di emergenza, la telecamera inizierà automaticamente a registrare l’avvenimento, in modo tale che tutto sia registrato e venga in aiuto in un secondo momento.

Agile e confortevole su strada

test-drive-nuova-citroen-c3-prova-su-strada 4

Sulle strade collinari fuori Barcellona, la nuova C3 mostra fin dai primi metri una grande semplicità di guida, grazie ad un volante leggero ma allo stesso tempo molto comunicativo e preciso, caratteristica rara in questa categoria.

Il comfort di marcia è molto elevato, sia su autostrada che su strade normali e di montagna, grazie alle innovative sospensioni studiate da Citroen per assorbire al meglio tutte le asperità stradali.

Anche i dossi cittadini più alti e bruschi sono assorbiti senza particolari problemi o scossoni alla vettura, davvero comodo per chi vive in città.

Insieme al comfort elevato, l’auto è ben piantata a terra, con rollio e beccheggio davvero contenuti. Anche nelle curve più veloci, la C3 riesce a divertire nonostante i soli 82 CV, con l’ESP sempre pronto ad intervenire.

dscn4487Al limite infatti, la C3 tende ovviamente al sottosterzo, ma premendo sull’acceleratore l’ESP – settato davvero bene – spinge l’auto all’interno della curva anche su asfalto viscido, rendendo la guida sicura.

Il motore 3 cilindri 1.2 litri Puretech è un benzina aspirato da 82 CV, sincero e vivace in città ma vuoto sopra i 3.500 giri quando si affonda l’acceleratore. A giri più bassi invece il motore è scattante e pronto, caratteristica ottima in città dove le ripartenze sono molto frequenti e dove ovviamente la C3 si trova a suo agio.

Il motore è abbinato al cambio a 5 marce veloce e con innesti dalla buona precisione, migliorato rispetto al passato e poco rumoroso in fase di cambiata.

La vera sorpresa di questa C3 è che nonostante sia un’auto pensata per la città, anche in autostrada il comfort sia acustico che di marcia è di buon livello, tanto da poter considerare il 1.2 adatto anche ai tratti autostradali, dove però si sente la mancanza della sesta marcia. Ovviamente la C3 non è progettata per questo, ma si trova a suo agio in ogni condizione ed è davvero adatta a tutti i percorsi.

test-drive-nuova-citroen-c3-prova-su-strada-13Inoltre, grazie al limitatore di velocità, al cruise control, al Lane Assist (sistema che avverte con un segnale acustico ed una spia sul cruscotto che si sta abbandonando la propria corsia) e al Blind Spot Detection (sistema che avverte il conducente della presenza di vetture nell’angolo cieco, illuminando un LED arancione negli specchietti retrovisori esterni), la C3 sembra davvero pensata per ogni utilizzo e tragitto, senza alcun complesso d’inferiorità.

Unico neo forse è la leva del cruise control/limitatore di velocità, che essendo posta in basso alle spalle del volante, non si riesce a leggere in alcun modo perchè coperta dalle razze. Una volta imparato il funzionamento però, si può settare tutto anche senza guardare grazie ai semplici comandi.

In collina, tangenziale e autostrada, il motore spinge in modo adeguato, le marce hanno innesti fluidi e abbastanza veloci, rendendo la C3 perfetta per la clientela giovane che ha voglia di un’auto adatta ad ogni viaggio.

In città

dscn4498Abbandonate le strade collinari alle porte di Barcellona si entra nella grande metropoli spagnola, e dove architettura storica e moderna si fondono perfettamente, la C3 da il meglio di se. Nel traffico infatti, la piccola francese è agile, veloce e con il motore sempre pronto e scattante.

Anche in città, il cambio a 5 marce ha innesti abbastanza fluidi, anche se prima e seconda marcia hanno qualche impuntamento in fase di scalata.

Tra grattacieli futuristici e architettura storica, la ConnectedCam permette di scattare foto splendide al centro città senza distrarsi dalla guida, dato che il pulsante è di grandi dimensioni e facile da raggiungere.

Anche i parcheggi sono facili e veloci grazie all’ampio raggio di sterzata, ai sensori di parcheggio molto precisi e alla telecamera posteriore, la quale offre linee guida fisse (non seguono l’angolo di stezata).

Infotainment chiaro e veloce

test-drive-nuova-citroen-c3-prova-su-strada-touch-screen-infotainmentDurante la guida, il sistema di infotainment con touch screen da 7 pollici è molto veloce e riporta tutte le informazioni in modo semplice ed efficace.

Utilizzare il climatizzatore è molto facile, anche se durante il viaggio non ho dovuto effettuare particolari modifiche grazie al lavoro perfetto di regolazione della temperatura.

Il navigatore è preciso e ben tarato a livello di indicazioni, tanto che anche solo ascoltando la voce del GPS si riesce a svoltare nella giusta direzione.

Per quanto riguarda i consumi, Citroen ha iniziato una campagna sui consumi reali, con un dato dichiarato di 4,6 l/100 km.

Durante il nostro test, la C3 ha registrato un consumo medio di 6,3 km/l, con 5,4 l/100 km in autostrada (120-130 km/h) e tangenziale (quasi 19 km/l) e circa 7,2 l/100km (14 km/l) in città. Non male se si pensa che l’abbiamo strapazzata per bene su tutte le strade e che con maggiore attenzione si può arrivare a 20 km/l.

Riuscita e unica nel suo segmento

dscn4482La cura di pelle e tessuti, i vetri elettrici posteriori, la comodità dei sedili, il comfort ed il divertimento di guida fanno davvero della nuova Citroen C3 la possibile protagonista del segmento B, senza dimenticare la precisione dello sterzo, lo spazio interno e del bagagliaio e lo stile unico che permette di riconoscerla tra tutte.

Citroen voleva stupire e rinnovare il segmento B – ormai “piatto” da anni senza vere e proprie novità – presentando un’auto unica nello stile, nei contenuti e nella guida, riuscendoci perfettamente.

Ad oggi, non credo esista auto più particolare e ricercata come la nuova C3 nel suo segmento, adatta sia a ragazzi e ragazze, personalizzabile, facile e solida, con un equilibrio stilistico perfetto che non renderà la vit facile alle rivali Clio, 208, Polo e Corsa.

Se allo stile aggiungiamo contenuti veri, attenzione alla vita a bordo e alla facilità d’uso, si può dire che Citroen abbia centrato ogni punto. Ora la palla passa al mercato e alle vendite, unici veri arbitri e giudici di questo mondo, ma le premesse per arrivare alla vetta del segmento B ci sono tutte.

Nuova era per Citroen

A mio modo di vedere, negli ultimi anni Citroen ha prodotto buone vetture ma stilisticamente scollegate tra loro, come se stesse cercando un’idea o un progetto vincente da seguire, con un risultato che poteva sembrare non del tutto focalizzato.

Oggi invece, siamo di fronte alla svolta. Dopo anni di ricerca di una propria identità, di un proprio stile o semplicemente del proprio obiettivo, Citroen ha trasmesso qualcosa con questa C3: la voglia di rinascere, di comunicare qualcosa ai clienti e coccolarli durante l’acquisto, ponendosi come costruttore di auto attento alla vita a bordo degli occupanti, al loro benessere e al loro intrattenimento, cercando uno stile unico che potesse rappresentarli. Uno stile che faccia dire ai clienti anche meno esperti “quella è una citroen”.

Questo mi è stato trasmesso dalla nuova C3, non più un espermento stilistico ma una pietra solida su cui costruire la futura gamma e le basi del futuro di Citroen. Davvero un ottimo lavoro.

Foto Test Drive nuova Citroen C3

 

Scheda Tecnica nuova Citroen C3

Dimensioni esterne Dati tecnici
 Lunghezza  3,99 metri  Cambio  Manuale 5 marce
 Larghezza  1,74 metri  Trazione  Anteriore
 Altezza  1,47 metri  Servosterzo  Elettrico
 Passo  2,54 metri  Serbatoio  50 litri
 Caratteristiche  Bagagliaio  300 litri
 Carrozzeria  Crossover Compatta  Cerchi  16″, 17″ pollici 205/55
 Porte  5  Produzione
 Posti  5  Lancio
 Novembre 2016
 Segmento  B  Stabilimento  Trnava (Slovacchia)
 Peso  1.200 kg  Restyling  –

Allestimento e Prezzo

In questo Test Drive, la nuova Citroen C3 in prova è in allestimento Shine, con colore Shark Grey, Interni in Pelle e tessuto Colorado e cerchi in lega Matrix da 16″ pollici. La dotazione offre l’indicatore di pressione degli pneumatici, limitatore di velocità, clima automatico bizona, schermo touch da 7 pollici con navigatore e sensori di parcheggio posteriore e parcheggio con retrocamera.

Esterni Interni
Colore Shark Grey 650 euro Interni in Pelle e tessuto Colorado 500 euro
Cerchi in lega da Matrix da 16″ pollici 350 euro Infotainment con schermo da 7″, Navigatore, Radio DAB + comandi al volante + clima automatico bizona 750 euro
Accesso Keyless 300 euro Cruise control di serie
Vetri posteriori oscurati 150 euro Vetri elettrici anteriori e posteriori di serie
Sicurezza
Pack Tech (ConnectedCam+Telecamera retromarcia) 500 euro  Allestimento  Shine
Blind Spot Detection 200 euro  
Limitatore velocità di serie Prezzo 19.000 euro


Potrebbero interessarti anche

Articoli simili

Author: Manuel Morlini

Share This Post On

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *