Test Drive: nuova Suzuki Vitara 1.6 120 CV 4×4

La Suzuki Vitara è senz’altro una delle vetture più conosciute della casa giapponese e, spesso, quando si rinnova un mito, lo si deve fare con attenzione, perchè le aspettative sono sicuramente alte.

Per questo motivo, Suzuki ha presentato la nuova Vitara con uno stile inedito, moderno e adatto anche alla città, con l’intento di innovare la “piccola arrampicatrice” mantenendo il feeling con la generazione precedente. Per la nostra prova su strada abbiamo scelto la Suzuki Vitara equipaggiata con il motore diesel 1.6 DDiS da 120 CV, abbinato al cambio a 6 marce e alla trazione integrale 4×4 Allgrip.

All’esterno, la Vitara offre uno stile moderno e scolpito, grazie alla nuova calandra anteriore cromata, ai nuovi fari anteriori orizzontali e alle numerose nervature che troviamo anche sulle fiancate e sui passaruota posteriori.

Test Drive nuova Suzuki Vitara (41)L’altezza da terra è scesa da 20 cm a 18,5 cm per migliorare l’assetto e la guidabilità su strada, mentre al posteriore è stata tolta la tipica ruota di scorta sul portellone del bagagliaio per un aspetto più “cittadino”.

I nuovi fari squadrati ad esagono completano il nuovo stile della SUV giapponese, insieme al piccolo spoiler e alle bombature sulle portiere.

Il colore azzurro “Turchese Caraibi” è davvero riuscito e gradevole dal vivo, insieme al tetto nero a contrasto e, per rendere l’aspetto più off-road, è possibile richiedere le barre paracolpi anteriori.

 

INTERNI

Test-Drive-nuova-Suzuki-Vitara-2015-interni

Alla prima occhiata, gli interni della Vitara possono sembrare fin troppo sobri e composti da plastiche dure al tatto, ma come vedremo, non è per forza un difetto. Il volante ha tutti i comandi a portata di mano, compresi il cruise control adattivo, il comando per le chiamate e il selettore per scegliere cosa visualizzare sul cruscotto alle spalle del volante. Il cruscotto può sembrare anch’esso semplice e “retrò”, ma è chiaro e semplice da utilizzare, anche se come design si poteva osare di più.

Test Drive nuova Suzuki Vitara interni (2)La parte centrale della plancia è composta da un grande schermo da 7″ pollici con navigatore e comandi touch molto semplici, che difficilmente distraggono dalla guida grazie alla risposta veloce.

I tre elementi circolari posti al di sopra ospitano due bocchette di ventilazione e l’orologio analogico (molto comodo) mentre il climatizzatore automatico bizona posto al di sotto dello schermo è semplice e funziona molto bene.

Sul tunnel centrale sono stati inseriti i pulsanti per i sedili riscaldati ed il selettore che permette di scegliere in quale modalità impostare la trazione integrale, come Sport, Snow e la possibilità di bloccare il differenziale. La modalità Auto invece attiva la trazione integrale solo al bisogno, lasciando la motricità alla sola trazione anteriore per diminuire i consumi.

I pulsanti ai lati del volante, molto solidi, offrono la possibilità di attivare la discesa con mantenimento di velocità, la distanza minima di sicurezza del cruise e l’ESP.

Test Drive nuova Suzuki Vitara 2015 bagagliaio (2)I sedili in pelle e tessuto sono comodi e ben fatti e sia all’anteriore che al posteriore il confort è elevato. Al posteriore trovano il giusto spazio per le gambe e per la testa passeggeri alti anche 1,85 metri, grazie al divanetto posteriore rialzato di 8 cm, molto comodo anche per la miglior visuale che offre.

Il bagagliaio è molto capiente (375 litri) e regolare con una soglia di carico alla giusta altezza. Grazie alla mensola removibile, è possibile creare un vano piatto e uniforme anche con il divanetto posteriore abbattuto, o più semplicemente suddividere la spesa.

Dettagli e plastiche di questa Vitara potevano essere più curati e ricercati, è vero, ma andando oltre però vi accorgerete che nella semplicità di questi interni è nascosta tanta solidità, quella solidità che toglie tutti i vari fronzoli e che è utile nella vita di tutti i giorni.

I materiali infatti possono affrontare qualsiasi tipologia di carico e qualsiasi sport o hobby senza subire graffi, ma soprattutto, quando si viaggia non sentirete il minimo rumore.

Allestimento, dotazione e prezzo:

La nuova Suzuki Vitara guidata nel nostro test drive è in allestimento V-Top, allestimento top di gamma che offre una dotazione di serie molto completa e la trazione integrale. Di seguito optional e prezzo della vettura in prova.

Esterni   Interni  
 Colore “Turchese Caraibi” + tetto bicolore nero  1.000 euro  Sedili in pelle e tessuto  di serie
 Cerchi in lega da 17″ pollici  di serie  Comandi al volante  di serie
 Specchietti esterni elettrici  di serie  Navigatore da 7″, Radio CD MP3  di serie
 Fendinebbia  di serie  Vetri elettrici anteriori e posteriori  di serie
 Calotte specchietti esterni nere  di serie  Selettore Offroad  di serie
 Barre longitudinali sul tetto  di serie  Sedili riscaldati  di serie
       
 Sicurezza      
 Cruise Control Adattivo  di serie    
 Sensori parcheggio (Ant/Post)  di serie    
 Radar assistenza frenata  di serie  
 
 Luci diurne a LED  di serie  Allestimento
 V-Top
 7 Airbag  di serie  
 
 Telecamera posteriore  di serie  Prezzo
 28.100 euro

 

SU STRADA

Test Drive nuova Suzuki Vitara (33)Ancor prima di salire sulla Vitara, la prima cosa che noterete è la grande leggerezza delle portiere, frutto della riduzione del peso di Suzuki.

A bordo della nuova Vitara la posizione di guida è molto comoda e la seduta non è troppo alta, il che permette di avere un’ottima visuale e una guida gradevole. Ampie le regolazioni grazie anche al volante regolabile in profondità.

All’accensione keyless, la Vitara si avvia senza eccessive vibrazioni ed il suono del motore è ben filtrato dall’abitacolo.

Su strada, la Vitara è agile e disinvolta, grazie ad uno sterzo leggero e molto preciso che permette una guida sincera e diretta.

Il cambio a 6 marce ha innesti precisi e abbastanza fluidi, ma se venite da un motore benzina la frizione potrà sembrarvi inizialmente leggermente più pesante. Roba da poco però perchè già dopo pochi chilometri ci farete l’abitudine e ci penserà il motore a soddisfarvi.

La Vitara  stupisce e convince anche per il suo assetto e per la sua agilità. Nel caso in cui si affrontino curve al limite infatti, la vettura ha un comportamento sempre sicuro e prevedibile grazie anche alla trazione integrale. Nel caso la si porti al limite, l’ESP interverrà prontamente per farvi mantenere la traiettoria con un comportamento prevedibile e naturale.

L’assetto permette di affrontare curve e cambi di direzione anche in modo brillante, senza manifestare rollio e allo stesso tempo senza essere rigida. Anche nello sconnesso, le sospensioni assorbono benissimo anche le buche più difficile ed i dossi cittadini, senza alcun problema e senza manifestare il minimo beccheggio.

Test Drive nuova Suzuki Vitara interni (12)Nell’abitacolo, il rumore del motore è filtrato perfettamente e solo quando si spinge ed il contagiri arriva vicino ai 4.000 giri, il rumore del motore inizia ad entrare nell’abitacolo.

Il sistema di infotainment è veloce ed intuitivo così come tutti gli altri pulsanti, senza creare distrazioni alla guida.

Chilometro dopo chilometro la Vitara convince per la sua tenuta di strada, la sua stabilità e la sua comodità, che la pongono ai vertici della categoria delle SUV compatte.

Anche nelle fasi di parcheggio, la Vitara è “leggera” e agile e, nel caso in cui scegliate i sensori di parcheggio con retrocamera, il parcheggio diventerà semplice.

Motore, consumi e prestazioni

Il 1.6 diesel DDiS da 120 CV e 320 Nm di coppia (di origine Fiat) è un piacere da guidare, grazie alla sua grande ripresa ma soprattutto alla progressione, che permette di viaggiare e accelerare in totale disinvoltura senza essere spinti contro il sedile. Anche in quarta marcia e in salita il 1.6 riesce a spingere grazie alla coppia abbondante, senza incertezze o vuoti di potenza.

Per quanto riguarda i consumi, Suzuki dichiara un comsumo medio di 4,2 l/100 km, ovvero 23 km/l, dato che però non è molto lontano dalla realtà. In autostrada e, senza fare troppa attenzione, anche nelle strade extraurbane, la SUV giapponese riesce tranquillamente a fare 20 km/l, che scendono a 15-16 km/l in città.

 

CONSUMI

 Città  Statali  Autostrada
 6,6 l/100 km (15 km/l)  5,0 l/100 km (20 km/l)  5,0 l/100 km (20 km/l)
     
 Guida Attenta  Guida Sportiva  Consumo medio
 4,7 l/100 km (21 km/l)  7 l/100 km (14 km/l)  5,2 l/100 km (19 km/l)

 

IL NOSTRO PARERE

Test Drive nuova Suzuki Vitara (45)La nuova Suzuki Vitara è una di quelle vetture che è sempre riuscita a rinnovarsi ed innovarsi nel tempo, pur mantenendo lo stesso dna di quando è nata ed offrendo alla clientela esattamente quello che si aspetta, anzi, decisamente di più.

Al di la di quelli che possono essere i difetti interni, come il design sobrio ed i materiali duri al tatto che trasmettono una bassa qualità percepita, la Vitara fa capire sin dai primi chilometri che è un’auto di sostanza e non di apparenza.

Nell’abitacolo infatti si viaggia nel più totale silenzio, i comandi sono tutti al posto giusto, le plastiche non fanno rumori molesti e lo spazio è ampio anche al posteriore.

La sostanza arriva soprattutto da motore, assetto e sospensioni. Il 1.6 diesel spinge sempre, con una progressione che permette sorpassi in tutta sicurezza, mentre l’assetto permette di divertirsi anche nelle curve più impegnative. Allo stesso tempo, la Vitara coccola gli occupanti e porta a zero sia il beccheggio che il rollio, assorbendo buche e asperità stradali con grande disinvoltura.

In più, i consumi sono tra i migliori della categoria grazie al peso ridotto e all’efficienza del motore, che riesce a garantire anche i 20 km/l senza stare troppo attenti.

Avrà abbandonato lo stile puramente off-road per un design più moderno e cittadino, avrà abbandonato la caratteristica ruota di scorta posteriore, ma la nuova Suzuki Vitara è una SUV riuscita, gradevole e agile, che fa dimenticare i piccoli difetti grazie ai suoi tantissimi pregi. Davvero una bella sorpresa.

Consumi

Handling

Confort

Plastiche e dettagli

 

IMMAGINI TEST DRIVE NUOVA SUZUKI VITARA

Articoli simili

Author: Manuel Morlini

Share This Post On

4 Comments

  1. Ho provato anche io quest’auto nella versione 4×4 1.6 diesel, è davvero interessante. Pochi fronzoli (come tutte le giapponesi) ma solidità assoluta, sembra proprio progettata per durare nel tempo anche se usata in condizioni gravose. Ottimo il “tiro” del 1.6 diesel di origine fiat affiancato dalla trazione 4×4 Suzuki che è una garanzia.
    Ottimo articolo, rispecchia perfettamente le sensazioni che ho provato, complimenti!

    Post a Reply
    • Ciao Daniele! Grazie mille per il complimento! Sono felice di essere riuscito a trasmettere come va questa Vitara, ma soprattutto che anche tu abbia provato le stesse sensazioni. Se può interessarti, nella sezione test drive trovi tutte le nostre prove 😉 Continua a seguirci!

      Post a Reply
  2. Molti test dicono che che questa macchina ha il motore rumoroso, parlo del 16 diesel questo va in contrasto con la vostra recensione.Sapete darmi qualche informazione maggiore? GRAZIE Massimo

    Post a Reply
    • Ciao Massimo! Come abbiamo scritto, quando si supera un certo numero di giri il rumore del motore entra nell’abitacolo, ma questo accade soprattutto a velocià elevate (ad esempio durante i viaggi autostradali) ed è del tutto sopportabile, niente di fastidioso. Essendo un Diesel è anche normale che sia leggermente più rumoroso di un benzina :)

      Post a Reply

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *