DS4: addio allo Chevron e nuova variante Crossback

Al Salone di Francoforte, che si terrà a breve, il Brand premium francese DS esporrà la seconda vettura diventata “indipendente” da Citroën, dopo la DS5. Si tratta della rinnovata DS4, originale compatta lanciata nel 2011, affiancata ora da una variante inedita che strizza l’occhio al mondo dei SUV, la DS4 Crossback.

È un aggiornamento, dunque la base resta quella, ancora moderna e piacevole, della DS4 che conosciamo.

L’intervento di maggior rilievo riguarda il frontale, dove si ritrovano gli stilemi tipici di DS, già introdotti sulla più grande DS5, vale a dire la calandra esagonale con cornice cromata (DS Wings) e i gruppi ottici, rivisti nella grafica (DS LED Vision, gli stessi dei modelli DS3 e DS5, con tecnologia combinata LED-Xeno). Rivisto anche il paraurti.

Sono disponibili poi nuove colorazioni per la carrozzeria e allestimenti bicolore, con tinta a contrasto per tetto e spoiler posteriore.

La versione “fuoristradistica” Crossback differisce dalle altre DS4 per la maggiore altezza, 154 cm contro 150, oltre ai 3 cm in più di altezza da terra. Esteticamente è inconfondibile, grazie al frontale che include un inserto a contrasto nero, colore che interessa anche i passaruota, gli specchietti, lo spoiler e i cerchi. Presenti anche le barre longitudinali sul tetto.

INTERNI

DS4-Crossback-interni

Per gli interni, un’importante miglioria riguarda il sistema multimediale, basato adesso su un display touch da 7 pollici, interfacciabile con i dispositivi mobili Android e iOS e dotato di diverse soluzioni interessanti, ad esempio la localizzazione della vettura anche in caso di furto (Pack Mapping e Pack Tracking) oppure il monitoraggio delle manutenzioni (Pack Monitoring).

La nuova DS4 è dotata poi di vari strumenti di ausilio alla guida: controllo dell’angolo cieco, avviso di cambio corsia involontario e così via.

I rivestimenti comprendono ora la pelle semi-anilina, pregiata variante del materiale, già introdotta nella DS5.

MOTORI

Ci sono novità anche per i motori. Debuttano nella gamma DS due propulsori a benzina, il PureTech 1.2 da 130 CV e 230 Nm di coppia (3 cilindri turbo) e il THP 1.6 da 210 CV e 265 Nm (non per la Crossback), entrambi dotati di Start&Stop, che si affiancano al THP 1.6 da 165 CV e 240 Nm, con cambio automatico EAT6 di serie.

I Diesel BlueHDi disponibili sono invece il 1.6 da 120 CV e 300 Nm di coppia, anche con cambio automatico, il 2.0 da 150 CV e 370 Nm e il 2.0 da 180 CV e 400 Nm, disponibile solo con trasmissione automatica.

FOTO DS4 CROSSBACK

Articoli simili

Author: Mattia Piergentili

Share This Post On

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *